venerdì, 15 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Eventi, Annunci

Giorgia Concato dai rifiuti del mare crea opere d'arte

Giorgia Concato dai rifiuti del mare crea opere d'arte
Giorgia Concato dai rifiuti del mare crea opere d'arte
Laura Scarpellini

Pubblicato il 15 luglio 2019 alle 17:24

condividi articolo:

Olbia, 15 luglio 2019 - Incontriamo ad Olbia l'artista Giorgia Concato nell'ambito dell'evento che si è tenuto oggi presso l'Aereoporto Olbia - Costa Smeralda.

Una donna di cui traspare subito dal suo sguardo, una profonda delicatezza d'animo e grande sensibilità.

La sua creatività è fatta di sperimentazione e gioco andando ad unire nelle sue opere, materiali così distanti da loro dal risultato finale sempre unico che nobilita anche il più umile degli elementi.

Da romana innamora della Costa Smeralda, fa sue le passeggiate sulle meravigliose spiagge del comprensorio di Porto Cervo.

Ci racconta: " Ho trascorso le estati della mia infanzia qui in queste meravigliose spiagge non avendo alcun problema a tuffarmi in acqua. Ora la presenza dei rifiuti plastici anche qui, mi rattrista molto e così ho iniziato a raccoglierne dallo scorso autunno, con uno scopo ben preciso: crearne opere d'arte per sensibilizzare quanta più gente possibile verso il grande problema dei rifiuti marini".

E' possibile ammirare un folto gruppo di tartarughe, pesci e creature del mare sospesi nell'aria nel percorso di transito passeggeri in aereostazione ad Olbia. Atmosfera quasi magica che accompagna questa nuova vita regalata ai rifiuti.

"Gli accostamenti di colori e materiali sono mirati proprio a voler conferire un senso di leggerezza. L'involucro che li contiene e stato sagomato utilizzando un tessuto da esterni. Vorrei tanto che i bambini di oggi e quelli di domani, possano godere delle splendide acqua della Costa Smeralda e non solo, con la stessa disinvoltura di quando la mia generazione poteva tuffarsi in acqua senza incappare in qualche cosa che non fosse appartenente al mondo acquatico." Con un velo di malinconia ci porta alla memoria anche un momento tragico che la Concato a vissuto in terra sarda:" Oggi c'è stata occasione di rievocare anche la tragica vicenda vissuta dalla mia famiglia proprio in questi luoghi. Nell'anno '77 mio padre venne rapito e non se ne seppe più nulla da allora. Era un aviatore elicotterista che amava la Sardegna. Noi non abbiamo mai smesso di tornarci in ogni occasione, facendo rivivere qui il suo indelebile ricordo".

Ora queste opere così delicate ed eteree vederle fluttuare non fanno pensare al dolore profondo di questa donna che continua ad avere nel cuore tanto amore per i suoi affetti, per la natura e per questa terra che ha un debito con lei, ancora da saldare.

Olbia

Olbia