venerdì, 22 ottobre 2021

Informazione dal 1999

Politica

Elezioni, largo ai giovani: tanti volti nuovi in Consiglio comunale

Un segnale preciso che arriva dritto al punto

Elezioni, largo ai giovani: tanti volti nuovi in Consiglio comunale
Elezioni, largo ai giovani: tanti volti nuovi in Consiglio comunale
Angela Galiberti

Pubblicato il 12 ottobre 2021 alle 13:31

condividi articolo:

Olbia. Le elezioni sono state appena celebrate e c'è un vincitore: gli olbiesi e le olbiesi hanno riconfermato alla guida della città il sindaco uscente Settimo Nizzi che, in questo modo, inizia il suo quarto mandato alla guida della quarta città più importante della Sardegna. L'analisi del voto porta con sé diverse sorprese molto interessanti: sorprese che indicano alla politica locale una strada importante da percorrere. Anche se a vincere è stato un politico che è sulla scena da 27 anni, sul fronte "Consiglio comunale" c'è un chiaro messaggio: voglia di rinnovamento della classe dirigente.

Difatti, in quasi tutte le liste - sia della Coalizione Nizzi che della Grande Coalizione - spiccano i tanti voti racimolati dai volti giovani di questa lunga, estenuante e difficile campagna elettorale. Volti puliti, alla prima esperienza politica, che hanno raggiunto un primo risultato importante: convincere l'elettorato a fidarsi di chi, in quei palazzi, non ha mai messo piede.

Partiamo dalla lista più votata, Forza Italia. Unicum in tutta Italia (dove questo partito è ormai in caduta libera), la lista azzurra fa il pieno di preferenze e piazza tanti volti nuovi. Intanto, l'eterno delfino nizziano Angelo Cocciu rimane il più votato con 1549 voti; dietro di lui una donna, Sabrina Serra, che ha certamente giovato del buon lavoro svolto come assessora alla Pubblica istruzione (842 voti per lei). Poi, Marco Balata, Elena Casu, Bastianino Monni, Michele Fiori, Antonella Sciola, Cristina Mela, Maria Antonietta Cossu.

A parte Michele Fiori, sono tutti nomi piuttosto "freschi": qualcuno ha esperienza politica recente nella passata legislatura, qualcun altro è alla prima esperienza. Della serie: cara Forza Italia, punta sui giovani.

Lo stesso messaggio arriva dall'altra parte, in casa dem: la seconda lista più votata è Olbia Democratica. I più votati sono stati Ivana Russu (790 voti), Gianluca Corda (719), Maddalena Corda (542), Antonio Loriga (533), Amedeo Bacciu (410), Giorgio Corrias (391). Anche qua il messaggio è forte è chiaro: meglio giovani e preparati.

La new entry Liberi conferma il trend: al di là di Davide Bacciu, che è giovane dal punto di vista anagrafico ma con una grande esperienza politica alle spalle, la lista di ispirazione centrodestra della Grande Coalizione consegna alla città una serie di baldi giovani di belle speranze: Eugenio Carbini (che entra in Consiglio comunale con 472 voti), Diego Sanciu, Tiziana Oggianu, Silvana Pinducciu (ex assessora con Nizzi), Valentina Secchi.

Buono il risultato per "Lista Nizzi": prima Simonetta Lai, alla sua seconda esperienza politica; dietro Paolo Oliva, Ivana Balocchi e Nino Sanciu. Buono il risultato di Carmela D'Angelo.

Nella quarta lista più votata, Scelta Civica Insieme, tolti i due più votati (Rino Piccinnu e Patrizia Desole), ecco Mimmino Sciretti e Laura Udassi.

Alba Civica, composta tutta di giovani, ha avuto un enorme risultato considerato che si trattava di una lista composta da veri volti nuovi. I più votati sono stati Stefano Spada, Mariangela Marchio, Francesca Mancini, Andrea Careddu, Marino Pilurzi e Andrea Mariano.

Nel Partito Sardo d'Azione trionfa come più votato Marzio Altana, non certo nuovo al pianeta politico olbiese: dietro di lui Efisio Napolano, Marco Usai, Rosella Addis e Jenny Barrazza.

Nel Movimento 5 Stelle, al di là dei due ex consiglieri comunali di opposizione ben noti Maria Teresa Piccinnu e Roberto Ferinaio, sfondano Alfideo Farina, Luca Azara e Antonella Formica.

Nella lista Insieme Per Olbia, nei primi tre posti ci sono 2 volti nuovi: Paola Tournier e Cristian Calaminici. Nella Lega, invece, vince l'usato garantito con Vanni Sanna e Gesuino Satta: unico guizzo nel "podio" dei più votati della lista Alberto Zedde. 

Nella lista Uniti Per Olbia, l'ala identitaria della Grande Coalizione, tra i più votati ci sono sicuramente due volti molto noti: Mauro Monaco e Lidia Fancello. Non solo, però: il più votato è un giovane, Roberto Mette, mentre al quarto e quinto posto ci sono Barbara De Luca e Ilaria Muresu.

Last but not least, Unione di Centro e Vivere Olbia: nella prima torna una vecchia conoscenza della politica olbiese, ovvero Giulietto Caredu, nella seconda trionfa la novità Francesco Gambella.

Al di là di come verranno distribuiti i quozienti, c'è aria di novità in Consiglio comunale e questo è un segnale che la politica "dei grandi" deve considerare: da oggi si apre il processo di successione a Settimo Nizzi (e non solo).