mercoledì, 14 aprile 2021

Informazione dal 1999

Politica

Covid in Sardegna, Meloni (PD): "campagna vaccinale in pieno caos"

Il consigliere regionale Giuseppe Meloni chiede

Covid in Sardegna, Meloni (PD):
Covid in Sardegna, Meloni (PD):
Olbia.it

Pubblicato il 03 marzo 2021 alle 20:31

condividi articolo:

Cagliari. La Sardegna è in zona bianca e ci deve restare, il consigliere regionale, Giuseppe Meloni, chiede quindi con forza alla Regione Sardegna di accelerare i tempi per la vaccinazione anti-covid agli anziani e ai soggetti a rischio, ma anche agli insegnanti presentando un'interrogazione "La campagna vaccinale sarda, al di là degli annunci roboanti del Presidente Solinas e dell'Assessore Nieddu, procede lentamente e disordinatamente. I dati aggiornati ad oggi dal Ministero della Salute sono impietosi: a fronte di 165.380 dosi disponibili nei frigoriferi regionali, solo 93.978 sono state effettivamente somministrate, le dosi non utilizzate sono ben di più di quelle necessarie per una eventuale seconda dose. Solo la Calabria riesce a fare peggio" precisa il consigliere Meloni. 
In questi giorni sono in tanti gli anziani che stanno ricevendo gli sms o le telefonate al proprio domicilio,"La vaccinazione degli over 80 in alcuni territori quali ad esempio la Gallura, non sono neppure iniziate e le astruse modalità di prenotazione (sms che indica un link dove prenotare solo però se si è attivato con lo SPID o con la CNS Card il fascicolo sanitario digitale) non paiono agevolare i nostri nonni, notoriamente adusi agli strumenti informatici" spiega Meloni.
"La vaccinazione del personale scolastico procede a singhiozzo, é iniziata di buona lena in Gallura e subito interrotta per motivi ignoti. Con una interrogazione presentata oggi, chiedo chiarezza. Chiedo di riferire sulla campagna vaccinale in Gallura e in tutta l'Isola, chiedo il perché dell'esclusione degli insegnanti. Basta con le proposte assurde e impraticabili, si riveda la modalità di prenotazione per gli over 80 e si proceda immediatamente con le vaccinazioni degli anziani e di tutti i soggetti a rischio, con criteri oggettivi che tengano conto del grado di esposizione e di fragilità degli stessi". Così conclude il consigliere regionale in quota PD Giuseppe Meloni.