sabato, 23 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Sport

Chiusi i battenti sulla tappa italiana del Campionato italiano di moto d'acqua

Chiusi i battenti sulla tappa italiana del Campionato italiano di moto d'acqua
Chiusi i battenti sulla tappa italiana del Campionato italiano di moto d'acqua
Olbia.it

Pubblicato il 03 giugno 2013 alle 10:03

condividi articolo:

Una giornata vissuta all’insegna dello spettacolo sportivo, uno spettacolo puro, e per questo coinvolgente ed entusiasmante.

76 iscritti per la seconda giornata di gara, con campioni capaci di esaltare il pubblico scatenando tifo da stadio, e poi il pubblico, quello delle grandi occasioni, per incorniciare una giornata baciata dal sole, caldo, da inizio estate.

L‘Endurance dopo la terza manches da 40 minuti ha visto la vittoria di Riccardo Brandoli, in F2 seguito Michele Cadei e da Richard Ingarra alla guida di bolidi super potenti capaci di volare sul mare. In F1, invece, determinata la vittoria di Antonio Tadello, seguito con 17 punti di differenza da Siriano Nicodemi, terzo il giovane Thomas Pesenti.

E’ stata una gara al cardiopalma, con una manche lunga e faticosa sia per l’enorme sforzo fisico che per la necessaria concentrazione senza la quale nessuna tattica di gara avrebbe permesso di ottenere risultati di grande spessore. Il Trofeo Veterani ha premiato Antonio Tadello della Projet. La categoria Runabout F3 ha visto primeggiare il campione del mondo 2011 Gabriele Sparnocchia, seguito da Manuel Reggiani e da Giorgio Viscione. Spettacolare il Free Style: la perfezione delle acrobazie ha premiato il pluri campione italiano Roberto Mariani, seguito da Alberto Camerlengo. La categoria Sky F1, ha festeggiato i pluri campione del mondo Alberto Monti, inedito giudice arbitro sabato sera durante lo scontro parallelo notturno, che tanto ha coinvolto i pubblico, creando la migliore atmosfera per una perfetta notte in spiaggia con musica e allegria. La classifica di Sky F1 ha visto al secondo posto Franco Piscaglia e al terzo posto Paolo Bertozzi., in Runabout F1 meravigliosa la performance di Mattia Fracasso che ha distanziato Lorenzo Benaglia e Guiseppe Greco. Attesissima la prova finale, quella che ha determinato i due super campioni: in Sky, il diciassettenne francese Raphael Maurin, e in Runabout l’atro francese, Jeremy Perez entrambi emozionantissimi durante a premiazione finale.

Il premio Team è andato a Boretto Po.

A fine gara solo elogi per l’organizzazione della Great Event Sardinia, e per il Comune di Golfo Aranci, capace di accogliere centinaia di appassionati per una settimana indimenticabile.

Prossimo impegno per l‘amministrazione comunale è l’organizzazione della tappa mondiale nel prossimo mese di settembre.

Il campionato Italiano procede ora con la tappa del 30giugno a Pozzuoli, del 28 luglio a Verbania e ad Ostia a settembre.