venerdì, 22 ottobre 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Generale, Bianca, Turismo

Arzachena a Jesolo per il G20 delle località balneari

L'arrivo a Jesolo è previsto alle 14:00 di oggi, martedì 31 agosto

Arzachena a Jesolo per il G20 delle località balneari
Arzachena a Jesolo per il G20 delle località balneari
Olbia.it

Pubblicato il 31 agosto 2021 alle 14:06

condividi articolo:

Arzachena.  Le località balneari che registrano il maggior numero di presenze turistiche in Italia si incontrano da 4 anni al G20 delle spiagge per discutere delle problematiche e delle opportunità che le accomunano. Tra queste Arzachena che, dopo Bibione nel 2018 (Veneto), Castiglione della Pescaia nel 2019 (Toscana) e Vieste nel 2020 (Puglia), questa volta vedrà la delegazione comunale impegnata a Jesolo dal 1 al 2 settembre 2021.

“Il G20 è un’occasione di confronto e di crescita accanto alle altre località del resto d’Italia con cui condividiamo le medesime problematiche. Nei tavoli tematici a cui parteciperemo si parlerà di Blue economy, di Pnnr, di programmazione europea, di infrastrutture e trasporti per un futuro più sostenibile per Arzachena e per l’Isola. In particolare, approfondiremo la delicata questione trasporti con la Geasar rappresentata dal manager Mario Garau. È la prima volta che coinvolgiamo un operatore economico al summit - spiega Cristina Usai, vicesindaco e assessore al Turismo del Comune di Arzachena -. Inoltre, con il supporto dell’università Cà Foscari di Venezia, concentreremo l’attenzione sulla stesura di una proposta di legge per giungere al riconoscimento dello status di città balneare. È un passaggio fondamentale per sottolineare la particolarità delle nostre destinazioni e ottenere risorse e riconoscimenti dal governo grazie a cui gestire efficacemente i territori e i servizi offerti che risentono della stagionalità dei flussi turistici”.

Come spiegano gli organizzatori, il network del G20 è diventato un punto di riferimento per tutte le amministrazioni che registrano oltre 1 milione di presenze, ma hanno stabilmente meno di 15 mila abitanti. L'evento è un'occasione per confrontarsi su temi caldi tra cui ambiente, demanio, sicurezza,fiscalità locale e sviluppo sostenibile. Grazie al lavoro svolto negli ultimi anni, inoltre, oggi i Comuni lavorano a una proposta di legge che mira al riconoscimento dello status speciale di città balneare. 

I ventisette centri più visitati attraggono quasi 70 milioni di presenze: un impatto enorme sul turismo nazionale, da Nord a Sud.