martedì, 07 dicembre 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Cultura, Bianca, Arte e Spettacolo

A Porto Rotondo torna la Quai des Artistes: "esporre più che vendere"

La manifestazione, alla sua quinta edizione, ha come obiettivo valorizzare gli artisti sardi

A Porto Rotondo torna la Quai des Artistes:
A Porto Rotondo torna la Quai des Artistes:
Camilla Pisani

Pubblicato il 31 luglio 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Arriva alla sua quinta edizione la Quai des Artistes, mostra di arte contemporanea che il 31 luglio, dalle 18 alle 24, riempirà le strade del borgo artistico per eccellenza: Porto Rotondo. “Questo evento, nato un po’ in sordina, è cresciuto anno dopo anno, diventando un appuntamento molto qualificante per gli artisti. Abbiamo deciso di chiamarlo quai des artistes, in riferimento a quanto accade a Lione, in Francia, laddove ogni settimana gli artisti espongono le loro opere; volevo dare l’opportunità agli artisti sardi più rilevanti di esporre in un luogo dove è presente il jet set internazionale, in un borgo d’arte come è storicamente Porto Rotondo. Quest’anno, a differenza degli altri anni, la formula è cambiata, anche in virtù del fatto che la manifestazione è stata patrocinata dalla Fondazione Pai Hruska, che è uno dei consorziati, insieme al Comune di Olbia ed alla Regione Sardegna; gli artisti esporranno le loro migliori opere in piazza Cascella e via Belli. Sono previsti anche dei premi, anche se va detto che l’obiettivo primario dell’edizione 2021 è mostrare, più che vendere; l’aspetto puramente estetico è fondante, ed è anche per questo che abbiamo, insieme ad Emanuela Giacco, di non dare un tema preciso, ma lasciare agli artisti la libertà di selezionare la propria miglior produzione. L’apporto di Emanuela Giacco, già vincitrice della scorsa edizione, ha dato una bella impronta all’evento. Gli artisti sono prevalentemente sardi, e benché quest’anno la selezione sia stata ardua per la grande partecipazione, ha visto emergere una serie di artisti con curriculum ed esperienze rilevanti; nessuno è un hobbysta, al contrario vantano tutti un percorso artistico di spessore” spiega Aldo Manzanares, organizzatore dell’evento insieme ad Emanuela Giacco. Un appuntamento annuale ormai consolidato, patrocinato dal Comune di Olbia e dalla Regione Sardegna, presentato da Porto Rotondo Centro Commerciale Naturale che ha come scopo quello di promuovere la cultura, l’arte, il dialogo e lo scambio. La parola viene data a trenta artisti che sono i principali protagonisti dell’evento open air che colorerà di cromie, sorrisi ed emozioni le meravigliose piazza Cascella e via Belli. Un salotto nel borgo in cui artisti, galleristi, collezionisti e turisti si incontrano per celebrare l’arte. Non c’è un tema stabilito, i due curatori della mostra di arte contemporanea, Emanuela Giacco ed Aldo Manzanares, hanno scelto piuttosto di dare voce alla libertà di espressione eterogenea, variegata, fatta di linguaggi, materiali, ricerche e tecniche differenti. Porto Rotondo celebra così un omaggio a coloro che con passione, costanza ed impegno affrontano tematiche e temi sociali rilevanti attraverso la magia dell’arte lanciando messaggi che superano i limiti della lingua, dello spazio e del tempo. Gli artisti esposti provengono da tutta la Sardegna, come ad esempio Lucia Canu: nata a Sassari nel 1978, cresciuta in Gallura ,fin da piccola respira, in famiglia un clima di creatività, che alimenta con il tempo la sua curiosità per i colori e studio della natura. Con un occhio di riguardo verso le sfumature dei paesaggi galluresi, concentra la sua passione verso il mare che diventa cardine della sua ricerca stilistica. Laureata nel 2006 presso l'Accademia di Belle Arti a Sassari, recupera e si stabilisce nello studio di famiglia, dove tutt'ora dipinge e crea. Espone le sue opere in Sardegna e nel corso degli anni partecipa sia in Italia che all'estero a varie collettive e stage di pittura in Austria e Turchia. Durante l'anno accoglie nel suo studio allievi grandi e piccoli, per lezioni private e organizza corsi di pittura per ragazzi con disabilità. Gli altri artisti sono Paolo Anselmo, Mario Biancacci, Stefano Buscarinu, Tino Cavagnoli, Mariano Deledda, Dodyart, Paola Falconi, Michele Iafrancesco, St.Claus Joans, Antonio La Rosa, Kristian Lepuri, Stefano Linzas, Lughia, Valentina Luzzi, Adolfo Maciocco, Sandro Marchi, Pio Venceslao Mascia, Agostino Melis, Andrea Mignogna, Marisa Moro, Gigi Musa, Francesca Pinducciu, Giovanni Pisanu, Luisa Schirru, Shamtam Shakeel, Raimondo Tiberio, Chelita Zuckermann.