mercoledì, 20 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Eventi, Annunci

A Olbia arriva la prima fiera del digitale in Sardegna

A Olbia arriva la prima fiera del digitale in Sardegna
A Olbia arriva la prima fiera del digitale in Sardegna
Laura Scarpellini

Pubblicato il 09 ottobre 2020 alle 23:44

condividi articolo:

Olbia, 10 ottobre 2020 -La città di Olbia ancora una volta si dimostra essere al passo con i tempi sempre più proiettati verso l'innovazione tecnologica.

I prossimi 16, 17 e 18 ottobre presso il Museo Archeologico della nostra città, si terrà l'evento che vuole essere il contenitore ideale dell’evoluzione millenaria, dalla manualità alla creatività umana. In pratica si vuole andare alla scoprta del percorso compito dal'età della pietra a quella della stampante 3d: Maker Island.

L'isola dei Maker si può definire quale primo evento in Sardegna che celebra la cultura degli artigiani digitali del XXI secolo: i maker. Troveremo professionisti del settore che insieme agli appassionati di ogni età potranno condividere progetti, e le proprie conoscenze dando origine a nuove interazioni culturali.

L'evento è stato ideato e sviluppato dal Fab Lab Olbia, che divulga da tempo le nuove tecnologie digitali sul territorio, e ha il supporto del patrocinio del Comune di Olbia.

L’evento è gratuito, e vede la partecipazione di oltre 20 oratori, 10 workshop sulla fabbricazione digitale, 100 stand di makers, 20 Fab Lab e 72 ore di laboratori per bambini.

Il Maker Island intende dar vita in questa occasione ad un ambiente friendly che coinvolga il digitale, e il mondo del manuale, della cultura, del 3d, dell’artigianato, e dell’industria. Qui la tecnologia crea nuove connessioni rivolte ad un pubblico sempre più ampio ed eterogeneo. Al debutto olbiese saranno presenti: il Fab Lab Sardegna Ricerche, il CRS4 (Center for Advanced Studies Research and Development in Sardinia), l’Accademia delle Belle Arti di Sassari, Make in Nuoro il Fab Lab Torino, il Fab Lab Palermo, il Fab Lab Roma,la Fondazione Mondo Digitale, Mak-ER la rete dei Fab Lab dell’Emilia Romagna, e molti altri ancora.

Tanti gli ospiti makers che metteranno a disposizione di tutti i visitatori le loro esperienze, e le diverse realtà innovative. Tra loro ci sarà anche Cristian Fracassi, che ultimamente ha fatto parlare di se non solo tra gli addetti ai lavori. Ingegnere con la passione per la ricerca e l’innovazione, ha sviluppato un forte desiderio di dare vita ad un incubatore aziendale per sviluppare idee ben finalizzate. E così Cristian Fracassi fonda Isinnova, che intende offrire una possibilità di sviluppo a tutti i creativi che hanno un’idea nel cassetto, ma non possono o non sanno come vederla realizzata.

Con EASYCOVID-19 è stata data forma al progetto di stampa di valvole 3D per trasformare una semplice maschera da snorkeling total-face in una maschera da trattamento sub-intensivo di pazienti affetti Covid 19, che verrà presentato all' L'isola dei Maker.

In questo momento molto delicato in cui l'emergenza Covid è sempre da tenere in considerazione, verrà utilizzata ogni misura necessaria per garantire lo svolgersi in piena sicurezza dell'evento.Saranno adottate inoltre tutte le indicazioni in essere per i congressi e i grandi eventi fieristici.

L'evento è stato ispirato dal Maker Faire che nel 2006 dalla lontana Califonia in pochi anni si è evoluto in un vero e proprio network internazionale di eventi. Oggi la grande community dei makers italiani si divide tra il Rome Maker Faire European Edition, Torino, e Milano.

Con L'isola dei makers di Olbia l'innovazione tecnologica ha trovato finalmente anche un punto di riferimento sul territorio sardo.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è fab-lab-olbia.jpg

Olbia

Olbia