sabato, 03 dicembre 2022

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

A Golfo Aranci il Reliquiario della Madonna delle Lacrime di Siracusa

La comunicazione

A Golfo Aranci il Reliquiario della Madonna delle Lacrime di Siracusa
A Golfo Aranci il Reliquiario della Madonna delle Lacrime di Siracusa
Olbia.it

Pubblicato il 05 ottobre 2022 alle 17:21

condividi articolo:

Golfo Aranci. La Parrocchia San Giuseppe, la Amministrazione Comunale e la Pro Loco in Golfo Aranci, rendono pubblico "uno straordinario evento di gioia: la visita del Reliquiario della Madonna delle Lacrime di Siracusa. Proveniente dalla Basilica Santuario di Siracusa, eretta proprio in seguito all’evento prodigioso della lacrimazione di un quadretto di gesso raffigurante il Cuore Immacolato di Maria posto capezzale del letto matrimoniale di una giovane coppia di sposi. La Lacrimazione è avvenuta a Siracusa, dal 29 agosto al 1º settembre 1953, in via degli Orti di San Giorgio al n.11, nell’abitazione di due giovani coniugi, Angelo Iannuso e Antonina Lucia Giusto; Antonina, in attesa del primo figlio, aveva una gravidanza difficile, con ricorrenti abbassamenti della vista: verso le tre di notte del 29 agosto la vista scomparve del tutto, per tornare normale alle 8.30 del mattino, quando Antonina vide lacrime scendere sul viso di una Madonnina in gesso, posta a capo del letto".

"Il mezzo busto in gesso smaltato (cm 23 di base per cm 28 di altezza), montato su di un supporto di vetro opalino, raffigurante la Madonna che mostra il proprio Cuore Immacolato, era un regalo ricevuto per le nozze celebrate il 21 marzo di quell’anno. La Lacrimazione si ripeté almeno 58 volte la notizia si divulgò rapidamente rendendo casa Iannuso meta di incessanti pellegrinaggi. Dopo diverse indagini il Papa Pio XII si è manifestato cosi: “Comprenderanno gli uomini l’arcano linguaggio di quelle lacrime? Oh le lacrime di Maria! Erano sul Golgota lacrime di compatimento per il suo Gesù e di tristezza per i peccati del mondo. Piange Ella ancora per le rinnovate piaghe prodotte nel Corpo mistico di Gesù? O piange per tanti figli, nei quali l’errore e la colpa hanno spento la vita della grazia, e che gravemente offendono la maestà divina? O sono lacrime di attesa per il ritardato ritorno di altri suoi figli, un dì fedeli, ed ora trascinati da falsi miraggi fra le schiere dei nemici di Dio? A voi spetta di cooperare con l’esempio e con l’azione al ritorno dei profughi alla casa del Padre e di adoperarvi affinché si chiudono al più presto le brecce aperte dai nemici della religione nella vostra isola, fatta oggetto di cupido assedio»”.

Il reliquiario arriverà a Golfo Aranci venerdì 28 ottobre e resterà fino a domenica 30. Il programma di questi tre giorni saranno scanditi da celebrazioni liturgiche, momenti di preghiera con gli anziani e gli ammalati, eventi culturali e musicali. Si legge nella nota del Comune: "Questa occasione sarà, non solo per la nostra Comunità, ma anche per tutta la Sardegna un autentico momento di grazia! Tutte le comunità sono invitate ad organizzarsi per venire a pregare davanti alle reliquie della Madonna con fede e devozione. Ogni famiglia, ogni fedele è invitato a venire, per affidare alla Madre di Dio e nostra Madre le proprie richieste e chiedere la sua potente intercessione presso il suo figlio Gesù".

Nei prossimi giorni sarà reso pubblico il programma.