giovedì, 05 agosto 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Nera

Spaccio in appartamento in centro storico: due arresti

Operazione della Polizia di Stato

Spaccio in appartamento in centro storico: due arresti
Spaccio in appartamento in centro storico: due arresti
Olbia.it

Pubblicato il 16 giugno 2021 alle 12:02

condividi articolo:

Sassari. Nell’ambito di appositi servizi di controllo del territorio, a seguito di alcuni episodi di violenza, avvenuti in diversi quartieri cittadini, in particolare nel centro storico ove sono state segnalate anche delle esplosioni di colpi da arma da fuoco, sono state intensificate le attività di indagine da parte della Polizia di Stato.

"In particolare, negli ultimi giorni del mese di maggio erano stati segnalati alcuni episodi di violenza fra abitanti del centro storico, cittadini extracomunitari e pregiudicati sassaresi, con l’utilizzo, talvolta, di armi da sparo, azioni attribuibili allo spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e scambio di refurtiva. Negli scorsi giorni, personale della Questura di Sassari ha tratto in arresto, in flagranza di reato, un uomo ed una donna rispettivamente di 30 e 29 anni, entrambi sassaresi, responsabili di detenzione ai fini di traffico di sostanze stupefacenti", spiega la Questura sassarese in una nota stampa.

"Gli uomini della Squadra Mobile, a seguito di numerose segnalazioni inerenti i gravi fatti sopramenzionati, hanno sequestrato 1,5 Kg (un chilo e mezzo di marjuana) rinvenuti nell’appartamento occupato dai due. L’attenzione del personale della Squadra Mobile, si è concentrata sull’abitazione, occupata dai due arrestati, divenuta da tempo luogo di attività di spaccio. Gli investigatori hanno proceduto alla perquisizione domiciliare dell’appartamento in cui risiedono i due sassaresi, rinvenendo, nascosti in differenti arredi della casa, dei pacchi di marjuana, bilancini di precisione e materiale solitamente utilizzato per confezionare dosi da mettere in vendita. Dopo le formalità di rito, i due sono stati arrestati e messi a disposizione dell’A.G. che ne ha disposto gli arresti domiciliari", conclude il comunicato.