Da 950 giorni 22 ore 3 minuti 26 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale offerte
Passione cucina

Ricette Gallura: cozze fritte o gratinate per un piatto di fine estate

Brili immobiliare 1400

Olbia, 13 settembre 2020 – Come ogni anno anche quest’anno sicuramente si cercherà di prolungare  sulla nostra tavola il sapore dell’estate, sinonimo di relax e di vacanze.

In Gallura abbiamo la possibilità di gustare le famose cozze di Olbia, preparandole in maniera leggera e gustosa. Cozze gratinate o fritte, sono un’idea sfiziosa per anticipare le portate importati, o per un delizioso aperitivo.

Covid Regione Sardegna

La Cozza di Olbia viene allevata da quasi un secolo nell’omonimo Golfo  andando ad acquisire le  caratteristiche peculiari che la rendono unica e così tanto ricercata. L’allevamento delle nostre  cozze  è in sospensione e la si riconosce tra le altre dal suo  intenso, sapido,  e dalla  turgida carne.

Le cozze gratinate – Indattaru a s’arraganada –al pecorino richiedono per 4 persone: 2 kg di cozze, 250 gr di pomodori sardi ben maturi,2 spicchi di aglio,150 gr di pecorino sardo, una tazza di pan grattato,un ciuffo di prezzemolo, e mezzo bicchiere di Vermentino di Sardegna. Sale e pepe quanto basta.

Pulire accuratamente le cozze e farle aprire mettendole in una padella con un poco di acqua. Eliminare la valva vuota tenendo solamente quella con il mollusco ben attaccato. Disporre in una teglia da forno con il frutto verso l’alto, versando dell’acqua sul fondo in modo che non si secchino eccessivamente. Intanto tritare i pomodori sardi, aggiungere poi  il prezzemolo a pezzettini piccoli con aglio e due cucchiai di olio d’oliva, il pecorino grattugiato. Riempire delicatamente le valve delle cozze con l’impasto ottenuto, spolverandolo con il pan grattato, e il rimanente pecorino. Una veloce passata alla fine con olio d’oliva e vino bianco. Mettere in forno a 180° per 8 -10 minuti al massimo. Servire freddo come antipasto o per accompagnare un aperitivo con Vermentino di Sardegna.

Per le cozze fritte – Indattaru frissu – invece occorreranno: 1 kg di co9zze freschissime, limone, semola, olio extravergine di oliva. Possibile anche la variante con uovo, olio e latte.

Dopo aver lavato accuratamente le cozze, si procederà alla loro cottura  in padella con pochissima acqua, andando ad eliminare quelle chiuse. Sgocciolare poi in un colino le cozze prive di guscio,  e dopo essere state ben asciugate, procedere all’infarinatura nella semola. Friggerle quindi in  abbondante olio bollente, scolarle e spruzzarle di limone. La variante invece suggerisce di passare le cozze precotte nella pastella ottenuta sbattendo un tuorlo d’uovo  con qualche cucchiaio di latte. Si procederà poi alla frittura in olio bollente.

Con i sapori della Gallura sedersi a tavola è sempre una fantasiosa occasione per conoscere le particolarità di terra e di mare di questo splendido territorio, da gustare in ogni stagione.

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

iRiparo Olbia dieffe 1400 domenico castaldo
In Alto