sabato, 24 luglio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Recupero reflui, avviata programmazione del Consorzio di Bonifica con 6 comuni

Recupero reflui, avviata programmazione del Consorzio di Bonifica con 6 comuni
Recupero reflui, avviata programmazione del Consorzio di Bonifica con 6 comuni
Angela Galiberti

Pubblicato il 09 giugno 2014 alle 13:41

condividi articolo:

Olbia, 09 Giugno 2014 - Ci sono tanti modi per sviluppare un territorio, ma la base di ogni sviluppo sono le infrastrutture primarie, in particolare quelle che permettono una migliore distribuzione della risorsa idrica. Con l'acqua si possono fare molte cose: produrre energia, abbeverare gli animali, nutrire le piante, innaffiare i giardini privati e permettere l'esistenza delle strutture turistiche. Questa mattina il Consorzio di Bonifica della Gallura, guidato dal presidente Marco Marrone, ha presentato un progetto per il recupero delle acque depurate dagli impianti della Gallura costiera che coinvolge sei comuni: Santa Teresa Gallura, Palau, Arzachena, Golfo Aranci, Olbia e Loiri-Porto San Paolo. Il progetto, che ha un costo totale di 40 milioni di euro, prevede il collegamento delle reti idriche dei comuni coinvolti in modo da recuperare e mettere in rete l'acqua depurata che oggi viene buttata in mare. Una volta collegate le reti idriche, l'acqua depurata verrà diluita con l'acqua proveniente dalla diga del Liscia e data agli operatori turistici per i giardini, ai cambi da golf, ai giardini privati e alle aziende agricole. "Vogliamo mettere in rete le condotte presenti e future - ha detto Marco Marrone, presidente del Consorzio di Bonifica -. Questo è un progetto che salvaguarderà il territorio dagli incendi". Ma come verrà finanziato questo progetto? L'idea è quella di sfruttare la programmazione europea per accaparrarsi i fondi Por e Psr destinati alla Sardegna. La Regione è in fase di programmazione e questo progetto, secondo i promotori, è perfetto per essere finanziato dall'Unione perché risponde a diverse esigenze stratetiche, in primis lo sviluppo dell'agricoltura e la protezione dell'ambiente. Interessante è il capitolo "costi" per l'utenza finale. L'acqua depurata è a costo zero e verrà diluita con quella del Liscia. In questo modo la bolletta verrà abbattuta in modo considerevole.