Thursday, 20 June 2024

Informazione dal 1999

Arte e Spettacolo, Cultura

Porto Rotondo spegne 60 candeline e festeggia con un calendario ricco di eventi

Un'estate celebrativa all'insegna dell'arte

Porto Rotondo spegne 60 candeline e festeggia con un calendario ricco di eventi
Porto Rotondo spegne 60 candeline e festeggia con un calendario ricco di eventi
Olbia.it

Pubblicato il 30 May 2024 alle 10:45

condividi articolo:

Porto Rotondo. Porto Rotondo spegne 60 candeline. Quest'anno il borgo raggiunge il traguardo dei 60 anni dalla sua fondazione, era il lontano 1964, anno in cui i conti veneziani Nicolò e Luigi Donà dalle Rose iniziarono a creare il villaggio, destinato a divenire ben presto una delle più importanti realtà del turismo sardo, italiano ed internazionale. Per l’occasione, con una conferenza stampa ad hoc, il Consorzio ha delineato e presentato un cartellone eventi imperdibile, rendendosi nuovamente protagonista nella scelta e stesura di un unico calendario che vede la partecipazione delle varie associazioni che operano a Porto Rotondo, tra cui lo Yacht Club, la Fondazione PortoRotondo, il Centro Commerciale Naturale, l’Associazione Giovani Porto Rotondo e il Comune di Olbia, più altri soggetti interessati.
”La storia e la bellezza di Porto Rotondo saranno celebrate dedicando particolare attenzione all’arte, che ha reso unico questo Borgo – ha spiegato il Presidente del Consorzio, l’avvocato Leonardo Salvemini – senza dimenticare, inoltre, gli eventi culturali legati alla sostenibilità ambientale e all’attività sportiva, che ci consentiranno di offrire a tutti un’altra indimenticabile estate“.

Quest’anno il Consorzio ha deciso di affidare la direzione artistica dei festeggiamenti del 60esimo al maestro Marco Carniti, noto sceneggiatore e regista meneghino di teatro. Con lui ci sarà anche Francesco Roccaforte, che curerà la direzione organizzativa di tutte le manifestazioni promosse dal Consorzio.
Ad ispirare e guidare Carniti verso la creazione del suo progetto artistico è stato il vento. “È lui il vero protagonista della Sardegna – sottolinea Carniti – in quanto portatore di mutamenti capaci di condizionare il nostro destino. La Festa Porto Rotondo 60 abbraccerà arte, cultura, sport e disabilità, con un messaggio d’inclusività e di ecosostenibilità. Sarà un omaggio alla Sardegna e al Premio Nobel Grazia Deledda che ci invita a trovare un nuovo rapporto tra Uomo e Natura. La Festa celebrerà inoltre la visione di Nicolò e Luigi Donà dalle Rose i quali, sessanta anni fa, legarono il destino di Porto Rotondo ai grandi artisti che ne disegnarono le piazze, la chiesa, il teatro, le strade e il magnifico borgo“.

Il 16 giugno l’inaugurazione di due installazioni che impreziosiranno i festeggiamenti ed accoglieranno gli abitanti del Borgo durante tutta l’estate. La prima è l’opera d’arte Site Specific Un Bosco di Alberi Bianchi dell’artista sardo Nicola Filia, 60 alberi per i 60 anni di Portorotondo, ispirata proprio alle canne al vento del romanzo di Grazia Deledda, allestita in Piazza Bianca. Come eravamo…POP, invece è il nome della seconda installazione: una mostra itinerante di sculture fotografiche, sempre in collaborazione con Filia, che animeranno gli angoli più suggestivi del Borgo.
Il 24 giugno si prosegue con il primo dei tre appuntamenti dell’Happy Children dedicati ai più piccoli, La Giostrina dei Cavallini, guidata dall’artista di strada Antonio Chironi con la sua bicicletta, in compagnia di alcuni giocolieri che coinvolgeranno i bambini di tutte le età. Lo stesso spettacolo verrà ripetuto anche il 15 luglio e il 5 agosto. L’appuntamento clou dei festeggiamenti sarà il 19 luglio, con La Festa di Porto Rotondo 60, che coinvolgerà il pubblico presente tra musica, tradizioni sarde, arte e performance acrobatiche.

La festa si aprirà con un cocktail inaugurale di auguri presieduto da Marella Giovannelli, immersi nella magia del Bosco di Alberi Bianchi di Nicola Filia, tra le parole poetiche di Grazia Deledda, lette da Marco Carniti e tradotte in sardo da Gianni Manca, con atmosfere musicali create dal trio musicale sardo con Moses Concas, Lucio Manca e Matteo Muscas.

Nel Teatro Ceroli, apriranno la serata i Mamuthones con il loro antico rituale sardo. A seguire l’esibizione dei Kataklò Athletic Dance Theatre, con la coreografia Adorato Mar, appositamente dedicata all’anniversario. A chiudere la ricca serata la magia dei fuochi d’artificio. L’intera giornata sarà inoltre arricchita da laboratori ludico creativi e spettacoli teatrali per bambini dai 4/6 anni, che si svolgeranno la mattina e il pomeriggio in Piazza San Marco. Dal fascino delle bolle di sapone con il Blowing Bubbles Show che si svolgerà nelle location più suggestive del centro.
Il tutto allietato da una fresca granita che si potrà gustare gratuitamente per le vie del villaggio. Il circo incontrerà la danza e il teatro con la parata- spettacolo itinerante Sussurri in cui cantanti, attori, ballerini, circensi e trampolieri si esibiranno in uno spettacolo surreale che rivisiterà la mitologia greca in chiave contemporanea, percorrendo le vie centrali del borgo e il molo.

Il calendario darà largo spazio anche alla cultura, non mancheranno infatti le presentazioni letterarie, tre quelle previste. Il 29 luglio la presentazione dei libri della scrittrice Francesca Vecchioni, figlia del famoso cantautore, Le avventure del Sotto Sotto, libro per bambini e Pregiudizi Inconsapevoli. Il 2 agosto il libro Sulle Donne di Ilaria Livigni, e l’8 agosto ultimo appuntamento con Marella Giovannelli col suo ultimo libro Così piccoli, così grandi. Sempre il 29 luglio doppio appuntamento con la festa a tema Una Notte Tutta Marta, un omaggio alla storica portorotondina Marta Marzotto accompagnato dalla musica di Rocky Dj.
Il programma proseguirà l’1 agosto presso la Chiesa di San Lorenzo, con lo spettacolo Faber il Canto della Terra, un monologo teatrale che racconta la biografia artistica di Fabrizio De Andrè. Il 3 agosto, in piazza Largo Cascella, l’esibizione della compagnia sarda di burattini e marionette Is Maschereddas. Segue il 4 agosto lo show live del pianista Matthew Lee, definito da molti come il genio del rock’n’roll, che animerà Piazza San Marco con uno spettacolo coinvolgente ed adrenalinico, grazie anche al suo eccezionale virtuosismo al pianoforte che lo rende unico nel panorama della musica dal vivo.

Il 10 agosto, in occasione della notte di San Lorenzo, si terrà una festa in Piazza San Marco con l’esibizione di una busking band unica nel suo genere, i Boys 4 Road, che ci avvolgeranno con la loro musica; il loro sarà un repertorio trasversale, dai brani degli anni 30’ fino alle hit dei nostri giorni, in chiave swing e rock’n’roll. Il 12 agosto la Festa dei Pirati, un’avventura dedicata ai più piccoli dove giocare e divertirsi in libertà con il galeone gonfiabile dei pirati.