domenica, 20 giugno 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Nera

Omicidio a Tortolì: comunità sconvolta per la morte di Mirko Farci e il ferimento di sua madre

Comunità sotto choc per l'efferato delitto

Omicidio a Tortolì: comunità sconvolta per la morte di Mirko Farci e il ferimento di sua madre
Omicidio a Tortolì: comunità sconvolta per la morte di Mirko Farci e il ferimento di sua madre
Patrizia Anziani

Pubblicato il 11 maggio 2021 alle 22:19

condividi articolo:

Tortòlì. Un efferato e violento omicidio ha sconvolto la comunità di Tortolì che ora deve fare i conti con una crudele realtà: un giovane di 19 anni, Mirko Farci, ha perso la vita prematuramente per difendere sua madre sotto le furie di un uomo.

Il presunto assassino è stato arrestato. Masih Shahid, 29enne di origine pakistana, la scorsa notte si sarebbe introdotto nell'abitazione della ex compagna Paola Piras, 50 anni,  qui l'uomo, con precedenti a suo carico con arresto per maltrattamenti e con divieto di avvicinamento, l'avrebbe colpita con 17 coltellate. Una furia assassina alla quale il figlio della donna, secondo una prima ricostruzione dei fatti, avrebbe cercato di opporsi facendo scudo su sua madre.

Paola Piras è ora ricoverata in prognosi riservata all'Ospedale Nostra Signora della Mercede di Lanusei, dove ha subito un delicatissimo intervento chirurgico a causa delle diverse ferite riportate. Dopo la cattura, al momento del trasferimento dalla Caserma dei Carabinieri di Tortolì a quella della sede di Lanusei, Masih Shahid ha rischiato di essere linciato dalla folla inferocita. Due carabinieri nel cercare di evitare il peggio sono rimasti travolti dalla gente rimanendo feriti.  L'uomo, assistito dal suo avvocato nominato d’ufficio, Saverio Mereu,  è stato trasferito in carcere a disposizine degli inquirenti.

La notizia dell'efferato omicidio ha suscitato profondo sgomento e tanta rabbia.
Tutta la comunità di Tortolì sotto choc si stringe attorno a Paola che ora lotta per vivere. 

 Dolore e sgomento per il barbaro delitto consumato a Tortolì sono stati espressi dal Presidente della Regione Christian Solinas, profondamente commosso per la morte del ragazzo di 19 anni intervenuto nel tentativo di salvare la madre dalla furia dell’assassino, già assicurato alla giustizia. L’ennesimo delitto che si consuma tra le mura domestiche, l’ennesimo atto di ferocia scatenato contro una donna. Per proteggere la madre è intervenuto eroicamente il figlio Mirko, rimasto ucciso. Occorre interrogarsi sulle radici di tanta violenza, e sugli strumenti da attuare per proteggere le donne e tutti i soggetti più fragili dalla furia cieca e sanguinaria che sempre più spesso, purtroppo, si scatena tra mura domestiche”, ha dichiarato il Presidente Solinas.

Ai familiari, a tutta la comunità di Tortolì sconvolta da questo efferato episodio, ai compagni di Mirko dell’istituto professionale Ianas di Tortolì, il Presidente Solinas desidera manifestare il proprio profondo cordoglio, la propria vicinanza e solidarietà".