venerdì, 22 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, pista ciclabile fotovoltaica: lavori a settembre

Olbia, pista ciclabile fotovoltaica: lavori a settembre
Olbia, pista ciclabile fotovoltaica: lavori a settembre
Olbia.it

Pubblicato il 18 maggio 2018 alle 17:22

condividi articolo:

Olbia, 18 maggio 2018 -L’assessorato regionale all’Industria ha concesso al Cipnes Gallura l’Autorizzazione Unica(determina 244 del 23 aprile 2018) per la costruzione e l’esercizio di un impianto per la produzione dienergia elettrica da fonte rinnovabile solare fotovoltaica della potenza di circa 2 MWp (per l’esattezza1969,92 kWp), posizionato su pensiline di una pista ciclabile e da running all’interno della zonaindustriale di Olbia.

L’opera è già finanziata con un mutuo a tasso 0 di 4,75 milioni di euro, erogato con i fondi Jessica della Comunità Europea.La pista ciclabile e running, i cui lavori cominceranno nel prossimo mese di settembre, sarà realizzatacon pannelli fotovoltaici colorati e si snoderà, partendo dalla città di Olbia, proseguendo per viaIndonesia (proprio all’inizio dell’agglomerato), attraverso la litoranea della zona industriale fino alPozzo Sacro, a poca distanza dalle spiagge di Pittulongu e da quelle successive, fino a Golfo Aranci.

Il percorso avrà una lunghezza di 3,5 km. e una larghezza di 4 metri e verrà coperto da 18.000 mq. di pannelli fotovoltaici. In particolare i 7296 moduli avranno una potenza di 270 Wp ciascuno, per una potenza complessiva di 1969,92 kW suddivisi in tre punti differenti di connessione: il primo (1821 pannelli, pari a 492,48 kW) presso il potabilizzatore; il secondo (3648 pannelli, 984,96 kW) presso il depuratore e il terzo (1824 pannelli. 492,48 kW) presso la sede.

Secondo il progetto dell’ingegner Giuseppe Mula (hanno collaborato Bastianino Mariano, Fabrizio Palitta, Arturo Aramini, Oscar Cannas e Mario Chiapponi, mentre l’ingegner Antonio Catgiu è il responsabile del procedimento), sono state individuate aree di sosta o stazioni, come previsto nel bike sharing (condivisione della bicicletta), uno strumento di mobilità sostenibile a disposizione delle amministrazioni che intendono sostenere l’utilizzo dei mezzi pubblici di trasporto. Il bike sharing prevede l’installazione di stazioni all’interno di diversi punti della pista nelle quali si potranno collocare le biciclette elettriche dopo l’utilizzo, per la ricarica delle batterie.

Le bici saranno bloccateo saranno utilizzabili con una chiave o con una tessera magnetica. Il servizio dunque non è usufruibileda tutti ma richiede una registrazione per la consegna delle chiavi o della tessera; in questo modo siscoraggiano i furti, visto che si è a conoscenza di chi ha usato la bici in quel momento.

L’energia prodotta dagli impianti di produzione energetico fotovoltaico consentirà al Cipnes diazzerare o comunque diminuire notevolmente la bolletta energetica consortile che in questi anni hafatto registrare significativi aumenti sia a causa dei maggiori costi degli idrocarburi, sia perl’incremento dei consumi dovuti a implementazioni e migliorie nelle varie fasi del trattamento degliimpianti di discarica e di depurazioni consortili. Gli impianti inoltre consentiranno di ottenere evidentibenefici ambientali in quanto realizzati in aree urbanisticamente degradate e già compromesse.