lunedì, 12 aprile 2021

Informazione dal 1999

Politica, Cronaca, Bianca

Olbia: la spazzatura ci costa 19 milioni di euro l'anno

I conti del servizio

Olbia: la spazzatura ci costa 19 milioni di euro l'anno
Olbia: la spazzatura ci costa 19 milioni di euro l'anno
Angela Galiberti

Pubblicato il 12 marzo 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Spazzatura, quanto ci costi: la bellezza di 19 milioni di euro (circa). Questo è il valore del servizio RSU - Raccolta Rifiuti Solidi urbani - per tutta la città di Olbia: circa 13 milioni l'anno sono per l'appalto alla De Vizia, il resto va al Cipnes per il conferimento in discarica a Spiritu Santu del secco residuo. 

Di questo tema, particolare delle tariffe Tari, si è parlato in Consiglio comunale ieri pomeriggio. Olbia ha un costo del servizio molto elevato: Quartu, che è una città simile alla nostra, paga per il servizio RSU circa 13 milioni l'anno, noi ne paghiamo - come scritto poco sopra - 19 milioni. Una cifra immensa che racconta una città in crescita, ma anche un territorio preso d'assalto dai turisti nella stagione estiva. Durante la discussione in Consiglio, la minoranza ha sottlineato - soprattutto nelle prime battute - i grossi problemi che la città di Olbia ha sul fronte rifiuti.

Nonostante gli olbiesi sborsino 19 milioni di euro, Olbia è una città molto sporca: le discariche abusive sono ovunque e in ogni quartiere, dal centro cittadini alle periferie e passando per l'agro.

In questo momento, l'appalto del servizio è in scadenza: gli uffici stanno lavorando da tempo al nuovo bando e dunque al nuovo servizio. Marco Piro, Rino Piccinnu e Davide Bacciu - in modi differenti - hanno chiesto alla minoranza di portare tale argomento in consigilio, poiché è del consiglio tale prerogativa, ovvero dare un indirizzo. Non è una richiesta peregrina: l'appalto dura 9 anni e dura, dunque, due mandati. Fare un appalto senza il coinvolgimento di tutto il consiglio significa non solo esauturare la massima assise olbiese, ma per estensione l'intera cittadinanza.

Tra i problemi rilevati in aula, non solo la questione discariche, ma anche l'accertamento della Tari non pagata (che ammonta a qualche milione l'anno), la tariffazione puntuale che ancora non c'è, la tariffa del Cipnes sempre più alta e la questione degli ecocentri (che dovevano essere 6, ma ce n'è a mala pena uno).

La minoranza ha chiesto se è stato verificato il servizio offerto in tutti questi anni e quali tipi di correttivi verranno fatti. Di sicuro, però, una cosa è certa: la spazzatura, a Olbia, è cara come l'oro.