giovedì, 21 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Merce taroccata: nuovo sequestro ad Olbia

Merce taroccata: nuovo sequestro ad Olbia
Merce taroccata: nuovo sequestro ad Olbia
Olbia.it

Pubblicato il 11 giugno 2015 alle 19:10

condividi articolo:

Olbia, 11 Giugno 2015 - L'estate non è ancora ufficialmente iniziata, ma la Polizia Locale di Olbia ha già fatto il suo primo importante sequestro di merce contraffatta in un litorale olbiese. Ieri mattina, gli agenti della Locale hanno intercettato un'auto con a bordo due extracomunitari, al cui interno erano stipati dei borsoni contenenti capi di abbigliamento, borse, accessori di moda, riportanti le griffe delle case di moda più prestigiose. La Polizia Locale olbiese ha immediatamente sequestrato la merce. Durante la stagione estiva il fenomeno del commercio di merce contraffatta assume, lungo le spiagge della Gallura, dimensioni imponenti. Il servizio “Litorali sicuri”, già attivo a giorni alterni nelle spiagge di Pittulongu, Bados, Lo Squalo, Rena Bianca, Porto Istana, Le Saline, realizzato attraverso l’operatività di agenti specializzati nelle tematiche afferenti l’uso delle aree demanali marittime, che pattugliano a piedi i litorali, si pone come obiettivo quello di permettere l’ordinata fruizione delle spiagge, anche attraverso il contrasto del commercio ambulante non autorizzato.

L'attività diretta alla repressione del commercio di merce contraffatta viene, inoltre, svolta dal personale della Polizia Locale attraverso l’identificazione dei soggetti dediti alla vendita e l’immediato sequestro della merce in loro possesso.

L'obiettivo che si vuole raggiungere è una generale e significativa riduzione delle attività illecite inerenti il commercio di prodotti contraffatti, nonché il perseguimento penale ed amministrativo dei responsabili degli illeciti suddetti, sia in riferimento ai cosiddetti "motivi di Giustizia", sia per assicurare il rispetto della legalità, della tutela e della concorrenza del mercato e della difesa dei diritti dei consumatori.

Cronaca

Cronaca