lunedì, 25 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

La Maddalena: tornano i turisti alla Casa bianca di Garibaldi

La Maddalena: tornano i turisti alla Casa bianca di Garibaldi
La Maddalena: tornano i turisti alla Casa bianca di Garibaldi
Laura Scarpellini

Pubblicato il 28 giugno 2020 alle 21:39

condividi articolo:

La Maddalena, 28 giugno, 2020 - La casa bianca di Giuseppe Garibaldi a Caprera da qualche giorno ha riaperto i battenti ai turisti e a tutti coloro che amano la storia e la cultura.

Il turismo è stato uno dei comparti maggiormente colpiti dall’emergenza sanitaria da Covid-19, ma è arrivato il momento di rimettersi in gioco mostrando le bellezze del proprio territorio ai visitatori: il Compendio garibaldino, perla dell'Arcipelago di La Maddalena, è pronto per accogliere tutti coloro che vorranno immergersi nella storia di uno dei luoghi più suggestivi del Nord Sardegna.

Per essere in linea con le nuove regole sanitarie in vigore, ci si dovrà attenere ad un percorso di visitain piena autonomia con il supporto di cartelli didascalici e approfondimenti scaricabili inquadrando il Qr- code, sia in lingua italiana che inglese.

Si potrà seguire il percorso indicato nella suggestiva cornice storica del cortile e del giardino che venne concepitoda Garibaldi in persona. Qui sarà possibile farsi incantare dal fascino degli storici alberi monumentali che ornano i caratteristici edifici bianchi del Compendio di Caprera.

Il plesso museale è aperto al pubblico dal martedì alla domenica, dalle 8.30 alle 14.00, con ultimo ingresso alle 13.15. Gli ingressi contingentati e con l’accesso di 15 persone alla volta ogni 15 minuti, potranno accontentare i visitatori in tutta sicurezza.

Per i residenti a La Maddalena, fino al 9 luglio prossimo, sarà possibile accedere al museo con biglietto gratuito. Per evitare lunghe attese e per agevolare gli ingressi sarà possibile prenotare al numero: 3357505401.

La visita comprende anche l'accesso nella stalla, che custodiva gli animali tanto amati dal generale, e che ora è divenuto un ambiente in cui trovano spazio diversi attrezzi agricoli a cui seguirà l’ingresso nelle stanze della Casa Bianca.

Qui si respira la nostra storia tra ritratti di famiglia e arredi che rimandano alla quotidianità di un tempo. Inoltre tra cimeli come la leggendaria camicia rossa, le sciabole e i fucili si avrà modo di conoscere nuovi particolari sulle gesta del grande personaggio storico che fu Garibaldi.

Le numerose carrozzine utilizzare presenti nella casa, portano a conoscenza il periodo della sua malattia fino a giungere nella stanza in cui l’eroe dei due mondi si spense a 75 anni, vale a dire il 2 giugno del 1882.

La Sardegna ancora una volta ha tanto da raccontare sul suo territorio, a conferma del suo immenso patrimonio storico e culturale.