Sunday, 16 June 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca

La Maddalena, grande successo per lo Spin Care Day organizzato da Five Lights

Un evento per la sensibilizzazione sociale sui temi della disabilità e dell’inclusione

La Maddalena, grande successo per lo Spin Care Day organizzato da Five Lights
La Maddalena, grande successo per lo Spin Care Day organizzato da Five Lights
Ilaria Del Giudice

Pubblicato il 21 May 2024 alle 13:00

condividi articolo:

La Maddalena. Nella giornata di domenica 19 maggio, l’Isola ha ospitato i “giochi senza frontiere” organizzati dall’ASD Five Lights in occasione dell’evento sociale di sensibilizzazione alla disabilità e all’inclusione “Spin Care Day”, quest’anno alla sua seconda edizione. La giornata, svoltasi presso Piazza Comando grazie al patrocinio del Comune di La Maddalena, ha visto giocare insieme e socializzare bambini e ragazzi normodotati e con disabilità con un unico grande obiettivo, quello di dare un forte messaggio sociale di unione e solidarietà affinché sia possibile costruire una comunità sempre più inclusiva e capace di abbattere pregiudizi e barriere, dove tutti possano sentirsi accolti, rispettati e messi nelle condizioni di svolgere qualunque tipo di attività al di là delle proprie difficoltà fisiche o psicologiche.

Ai giochi hanno partecipato squadre miste, composte da persone diversamente abili, adulti e bambini, che si sono sfidati in attività come tiro alla fune, rubabandiera, corsa coi sacchi, tiro a canestro, giochi d’acqua e calcetto con l’obiettivo di dare spazio ai giovani e di mettere insieme più mondi diversi fra loro e proprio per questo fonti di inestimabili ricchezze. Ospite d’onore dell’evento è stato poi il gruppo “Ladri di Carrozzelle”, formato da 13 artisti disabili consolidati da un’esperienza trentennale che hanno raccontato la loro storia e intrattenuto il pubblico con uno spettacolo musicale affiancati dai ragazzi dell’Associazione locale O.n.l.u.s. Gli Amici di Nemo, i quali hanno fatto da gruppo spalla contribuendo a dar vita a momenti di grande commozione. Oltre alla presenza di molte associazioni del territorio, la giornata è stata partecipata anche dai singoli cittadini, famiglie e bambini che, con la loro presenza, hanno dimostrato il grande cuore dell’Isola e la sua sensibilità riguardo temi sociali importanti quali la disabilità e l’inclusione. Altro ospite di prim’ordine all’evento Rai Tre Nazionale che, prossimamente, trasmetterà un servizio sullo Spin Care Day per la trasmissione ideata e condotta da Paola Severini Melograni, in onda la domenica mattina.

Caterina Sintoni, direttore sportivo dell’ASD Five Lights racconta: “Non siamo riusciti a fare esattamente ciò che avevamo programmato, ma questo è stato un arricchimento: alla fine abbiamo deciso di non formare squadre definite, bensì di comporle, di volta in volta, in base alle diverse esigenze del momento, così da permettere veramente a tutti di prendere parte liberamente ai giochi. E questa si è rivelata una scelta vincente, non solo in termini di coerenza con il valore promotore dell’evento dell’inclusività, ma anche perché ha permesso persino ai bimbi più piccoli di partecipare – e ai loro genitori che si sono lanciati nel gioco per aiutarli – e ad ogni persona che voleva giocare, pur arrivando dopo l’inizio dei giochi. Più che una gara tra squadre, è stata una giornata dove tutti hanno giocato e si sono divertiti e questo era il nostro intento”.

Paolo Falessi, direttore artistico del gruppo “Ladri di Carrozzelle” commenta: “La giornata è stata perfetta sotto ogni punto di vista. Oltre alla solita calorosa accoglienza che riceviamo quando arriviamo in Sardegna e quando ci esibiamo sul palco, questa volta vedere una tale partecipazione di ragazzi con disabilità e non che giocano e si divertono insieme ci ha riempito il cuore. D’altronde sport e musica hanno una cosa in comune: non guardano in faccia nessuno e sono gli strumenti d’unione per eccellenza. Credo davvero che iniziative come questa dovrebbero essere all’ordine del giorno per la costruzione di un mondo più inclusivo: se si lavora con impegno, le diversità scompaiono e iniziano ad essere viste come ricchezza. I miei complimenti vanno all’Amministrazione Comunale che ha saputo concretamente essere vicina alle persone con disabilità”.

Maria Giovanna Gala, presidente dell’associazione, si ritiene soddisfatta della riuscita dell’evento e dichiara: “Sono veramente contenta di aver raggiunto l’obiettivo. Sono sempre stata dell’idea che non sia importante la quantità della gente che partecipa ad eventi come lo Spin Care Day, quanto piuttosto il riuscire a portare ovunque si vada un messaggio forte con parole e gesti per sensibilizzare realmente le persone e riuscire a fare rete. Una rete sociale capace di portarci sempre a vincere insieme seguendo quel doppio binario dell’aiuto verso le fasce più fragili della società e della sensibilizzazione dell’intera comunità. È stata una giornata fantastica, dove ognuno ha dato il suo prezioso contributo per la riuscita dell’evento: dalla semplice presenza e partecipazione, ai compiti organizzativi e istituzionali. Un ringraziamento particolare va al Comitato di Santa Maria Maddalena che ha prearato i pasti per la giornata e alla Giunta Comunale che, oltre a patrocinare lo Spin Care Day, ha anche speso parole di vicinanza e di elogio per la nostra associazione nelle persone del sindaco Lai - che ha addirittura preso parte ai giochi insieme ai ragazzi - e degli assessori alle politiche sociali e al turismo (Greco e Belli), dichiarando l’inaugurazione, con questa giornata, di tante altre attività di inclusione sociale previste per la stagione. L’emozione è stata tantissima su tutti i fronti: vedere così tanta unione, semplicità e gioia all’interno di una comunità composta da individui tutti diversi e tutti speciali, è qualcosa di meraviglioso che riempie il cuore e spinge a continuare in questa direzione per eliminare definitivamente le “frontiere” del pregiudizio e dell’esclusione e per creare una comunità accogliente, equa e solidale. Noi, dal canto nostro, siamo già a lavoro per riproporre giornate d’inclusione simili a fine stagione ancora una volta nel Nord Sardegna”.