Monday, 20 May 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca, Cultura, Musica

Golfo Aranci, la musica unisce artisti di tutte le età

Ecco gli “EveryAge”

Golfo Aranci, la musica unisce artisti di tutte le età
Golfo Aranci, la musica unisce artisti di tutte le età
Ilaria Del Giudice

Pubblicato il 21 April 2024 alle 07:00

condividi articolo:

Golfo Aranci. La musica costituisce da sempre un collante sociale, grazie alla sua capacità di unire al di là delle differenze personali e culturali, in quanto dotata di un linguaggio universale. La musica ha il potere di coinvolgere e di creare un’armonia generale proprio a partire dalla singolarità di ogni strumento e dall’interpretazione di ogni artista che vanno ad accordarsi su una stessa melodia toccando note e corde. Proprio questa l’esperienza della band degli “EveryAge”. Come suggerisce il nome del gruppo, una visione musicale che va al di là dell’età: Voce Cristina Pedevilla, 42 anni; alla tastiera Marco Farina, 49 anni; alla chitarra Federico Varchetta, 18 anni; al basso, Lucio Varchetta, 50 anni; alla batteria Andrea Lai, 18 anni. Inoltre il gruppo si configura come una band familiare, sia per il clima affettivo che si è creato tra i suoi componenti, ma anche perché, due di loro sono padre e figlio.

Il gruppo nasce dal ritrovarsi tra amici di vecchia data: una chitarra, un microfono e la musica riparte. Questa volta in modo diverso. EveryAge appunto, proprio perché abbiamo tutti età differenti – spiega Cristina, la cantante e continua - Io, Lucio e Marco ci siamo incontrati nella musica circa 20 anni fa. Negli anni poi abbiamo preso strade diverse, suonando e cantando in differenti gruppi. Federico è cresciuto tra una nota e l’altra fino a diventare il nostro chitarrista, ruolo nobilmente passato dal padre Lucio che si dedica al Basso e ai suoni. Facciamo musica pop-rock, italiana e non e abbiamo come motto quello che non esista un’età prestabilita per fare musica. La musica per noi è tutto: é ciò che ci circonda, è passione, è dedizione, ma soprattutto è unione. Unisce noi che suoniamo e chi ci segue e ascolta; vecchie e nuove generazioni”.

Marco, il tastierista, commenta: “Dopo aver suonato con vari gruppi, mi sono imbattuto in un periodo di “crisi musicale” e avevo ormai rinunciato a questo mondo, appendendo le tastiere al chiodo. Ma quando sono stato contattato dalla band, ho deciso di intraprendere questa nuova avventura musicale e ora, grazie ai miei compagni di musica, che sono persone sincere e leali, ho ritrovato l’entusiasmo perduto e mi ritrovo a divertirmi e suonare in questo meraviglioso progetto musicale”. A Marco fa eco Lucio, il bassista: “Ho da sempre suonato la chitarra elettrica in diverse band e ho trasmesso questa passione per la musica a mio figlio Federico. In questo nuovo progetto, mancando il bassista, ho deciso di cimentarmi con questo strumento e di ricoprire il ruolo, cedendo volentieri e con orgoglio il posto della chitarra a lui. Inoltre, la passione per la musica oggi mi porta anche ad intraprendere un percorso di lavoro come service audio/video”.

E poi, le parole dei più giovani: Andrea e Federico. “Ho avuto esperienze in diversi gruppi nonostante la giovane età e, quando sono stato contattato dagli EveryAge, che in quel momento avevano difficoltà con il vecchio batterista che non poteva più continuare a suonare, ho accettato volentieri l’invito ritrovandomi insieme ad un gruppo con il quale condivido divertimento e ho la possibilità di far divertire anche il nostro pubblico”. Infine, ma non per ultimo, il talento alla chitarra emergente Federico che, oltre ad aver respirato la musica fin dall’infanzia in famiglia, frequenta attualmente il Liceo Musicale e vanta quindi anche studi tecnici dello strumento, nonostante la sua giovane età. Racconta: “Nella band suono la chitarra, dopo aver passato la mia infanzia seguendo Cristina e mio padre Lucio, che già da allora condividevano il palco. Circa due anni fa decidiamo di intraprendere questo nuovo progetto insieme e oggi, che nella mia vita studio e mi circondo di numerosi impegni, sono costantemente entusiasta e fiero di quel piccolo che abbiamo costruito, perché oltre al rapporto musicale, tra di noi si respira un’aria di famiglia”.

Grintosi, talentuosi, entusiasti e coinvolgenti. Questi sono gli EveryAge. La dimostrazione che la musica non ha età e che può riempire la vita di chi la fa e di chi la ascolta, al di là di ogni differenza o limite. Basta solo amarla e sentirla con ogni fibra del proprio essere per sprigionare la sua energia sul palco e far vibrare le corde dell’anima del pubblico.