martedì, 24 maggio 2022

Informazione dal 1999

Politica

Deposito gas Olbia, la discussione in Consiglio: la diretta

Le dichiarazioni dei protagonisti

Deposito gas Olbia, la discussione in Consiglio: la diretta
Deposito gas Olbia, la discussione in Consiglio: la diretta
Angela Galiberti

Pubblicato il 29 aprile 2022 alle 16:31

condividi articolo:

Olbia. È in corso la discussione in Consiglio comunale del progetto Enerclima 2050 che prevede la realizzazione di un deposito di gas da 40.000 mc di gas Gnl in abbinamento a una centrale elettrica. Ha aperto la discussione il sindaco Settimo Nizzi.

19:47 Gian Piero Scanu: parlo da uomo libero e laico perché non sarò più candidato né cerco voti. 20 anni fa venne presentato un progetto simile dal Consorzio industriale. Il presidente era Francesco Sanciu e il sindaco era Nizzi. Quando Nizzi si presentò alle elezioni, nel programma elettorale c'erano due pagine contro il tunnel. Quando divenne sindaco, mandò avanti il progetto perché è uomo intelligente. Quando venni eletto sindaco, nel 1985, ci fu una grande moria di mitili e ci fu tensione perché c'era lo spettro della fame. Queste cose nel nostro golfo accadono, non dimentichiamolo. Quando venne Berlusconi, quando voleva realizzare 2 milioni di metri cubi, arrivò con sei volumi realizzati da una società che diceva il positivo su questi 2 milioni di metri cubi. La nostra storia ci dice che dobbiamo usare prudenza. Io non mi sento rappresentato né dall'università di Cagliari né dall'università di Sassari. Il Consiglio comunale nomini un gruppo di lavoro che nomini degli esperti per andare alle conferenze di servizi in maniera laica.

18:10 Giuseppe Meloni: sono stato tra i primi a sollevare perplessità. Io che non sono quello dei no, credetemi il mio no questa volta è assolutamente è per difendere questo territorio. Se ci fosse stato un sindaco a me vicino avrei detto le stesse cose. Siamo sicuri che questo sia un intervento fa il bene degli olbiesi e galluresi? Stiamo attenti e fermiamoci a pensare. Ci sono state già conferenze di servizi in cui il Comune si è espresso? Una domanda a Nicotra: a pagina 15 o 16 fate riferimento a un parere che è stato acquisito dal l'autorità portuale per le metaniere. Scrivete che avete il parere, le chiedo di rispondere se avete questo parere e le chiedo di esporlo. Questo territorio ha scelto un altro futuro, siccome tutto non si può fare e già oggi è molto intensa l'attività del golfo. Cosa accadrebbe domani se per 1, 10, 20 anni dovessero arrivare le metaniere? Perché la Gallura non viene viene citata nel decreto energetico dove si parla di tariffe? Dov'è Solinas? 

18:04 Gianni Sarti, presidente CIPNES: mi sembra che l'ing. Nicotra abbia illustrato bene il progetto ed è chiaro che è un parere di parte, ma mi fido del parere del sindaco. Noi come CIPNES abbiamo chiesto all'università di Cagliari una valutazione, è un ente terzo che ha grandi competenze. Risponderà a diverse domande soprattutto per l'impatto ambientale. Università di Cagliari si esprimerà anche in materia geopolitica. Vi dico la verità, sono abbastanza tranquillo. Per fare la fiera nautica siamo dovuti andare da Prefetto per stabilire la pericolosità di questa fiera, quindi mi auguro che venga fatto anche per una cosa del genere.

17:42 Luisa Di Lorenzo (Cgil Gallura) chiede lumi sulle tubazioni che potrebbero essere fuori terra. Risponde Nicotra: si tratta di una tubazione dentro una tubazione, costerà il doppio ma è una soluzione che garantisce sicurezza assoluta.

17:32 Roberto Li Gioi: Olbia non è compresa tra i porti strategici per la rigassificazione. Facciamoci una domanda: quali sono i vantaggi economici per gli olbiesi? È chiaro che questi vantaggi non potranno essere centesimi. Il vantaggio dovrà essere notevole. Gli olbiesi pagheranno meno il gas? Oppure il prezzo sarà deciso dal ministero e dunque la nostra situazione sarà particolare perché sotto monopolio? Un altro spunto di riflessione: lo smaltimento della linea carbonio sarà con torce e non è definito quando sarà attiva la piantagione di alghe. Poi la fase successiva del bio gas, attualmente non ci sono finanziamenti per il biodigestore. Con quali soldi sarà fatto e come sarà alimentato visto che l'apporto umido nostro non è sufficiente? Biogas: non c'è una normativa di riferimento. A oggi si può immettere una piccola percentuale. A chi serve questo impianto? Il fatto che si parli di bunkeraggio fa capire, questa è la mio opinione, a chi serve. Propongo un referendum consultivo.

17:20 Federico Fadda della Confartigianato fa diverse domande sul fabbisogno di biomasse e bunkeraggio. Risponde Nicotra: "siamo in periodo di transizione. Le navi non useranno il gasolio, quando parlo di bunkeraggio parlo di un porto che deve essere capace di rifornire le imbarcazioni che stanno a Olbia e nei dintorni. Oggi questo non c'è. I 60 attracchi non sono solo le metaniere che portano il metano, che saranno 24. Includiamo anche le bunkerine. Per le biomasse.. ci vogliono 15 tonnellate di biomasse per una tonnellata di biogas. 4 milioni è un obiettivo ambizioso".

17:11 domanda della dott. Valentina Sechi, rivolta a Nizzi, sul futuro economico di Olbia: turismo o industria? Nizzi: l'industria pesante l'abbiamo persa e non la stiamo cercando. La zona industriale è una zona commerciale con tante industrie e dobbiamo tenere tutti in vita. Se riusciamo a dare energia elettrica a basso costo, se riusciamo a dare vapore all'Asdomar o alle piscine per riscaldarle, noi abbiamo un'industria importante che fa conglomerati bituminosi, noi ridurremo emissioni in aria di odori e di polveri.

16:54 Nicotra: la liquificazione del gas lo facciamo con il calore della centrale. L'altro calore lo metto a disposizione del CIPNES e delle attività industriali. Questa è energia diciamo gratis. È una delle compensazioni date al territorio che accetta la struttura sul posto. 

16:51 Nicotra: l'area del pericolo è circoscritta all'interno del perimetro degli impianti. Le distanze soddisfano i requisiti previsti dalle norme elaborate per la sicurezza.

16:47 Nicotra: le metaniere arriveranno una o due volte al mese. Per Olbia abbiamo scelto un serbatoio integrale. L'efficienza di questi serbatoi è notevole. Le procedure di sicurezza sono competitive con quelle delle centrali nucleari.

16:20 il dott. Nicotra illustra il progetto con alcune slide. "Abbiamo scelto il metano perché è la natura stessa che fa il metano". Il progetto si fa in due fasi. La prima fase prevede le metaniere, la seconda fase prevede nei comuni impianti come quello che il CIPNES sta realizzando a Spiritu Santu. "Il nostro mestiere non è fornire gas alle metaniere", dice Nicotra. "Facciamo bunkeraggio alle navi".

16:00 Nizzi: I tempi sono cambiati, queste strutture si realizzano in sicurezza. Non vogliamo realizzare qualcosa che danneggia l'ambiente, noi vogliamo realizzare qualcosa che favorisce l'ambiente usando materiali non inquinanti cercando di avere continuità energetica e maggior possibilità di spillare costi inferiori. Ho letto le esternazioni, è giusto che una cosa di questo genere crei dibattito. Poi tutte le cose devono avere la fine e si voterà in coscienza. Una cosa è sicura, noi mai e poi mai voteremo qualcosa che possa danneggiare la nostra città. Non l'abbiamo mai fatto e mai lo faremo.