mercoledì, 14 aprile 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Giudiziaria

Concessioni, procura indaga su pressioni a dirigenti: Federbalneari chiede di essere sentita

Maurelli pronto a presentarsi dal Procuratore

Concessioni, procura indaga su pressioni a dirigenti: Federbalneari chiede di essere sentita
Concessioni, procura indaga su pressioni a dirigenti: Federbalneari chiede di essere sentita
Olbia.it

Pubblicato il 07 marzo 2021 alle 15:17

condividi articolo:

Olbia. La vicenda balneari torna nuovamente alla ribalta, questa volta per l’attività che sta svolgendo la Procura di Tempio Pausania. All’attivo infatti non ci sarebbero solo le denunce presentate dalla Federbalneari nelle settimane scorse, ma anche un esposto su presunte pressioni che avrebbero subito i dirigenti dei Comuni di Olbia e Arzachena. Tant’è che la Procura avrebbe già sentito diverse persone (lo riporta l’Unione) i cui verbali sarebbero stati secretati.

 

Sul punto interviene la Federbalneari, che ribadisce la sua disponibilità nei confronti della Procura tempiese. “Ciò che sta accadendo è surreale”, sostiene il Segretario regionale di Federbalneari Sardegna Claudio Maurelli. Nella nota. Il sindacato ricorda i vari dinieghi ricevuti dai concessionari, ma anche l’ultima proroga di un anno che secondo il sindacato non sarebbe legittima poiché sarebbe in contrasto sia con le norme europee che con quelle nazionali e regionali.

Riguardo le indagini in corso e le presunte pressioni subite dai dirigenti sulle quali sta indagando la Procura, la Federbalneari commenta così in una nota stampa ufficiale: “Lo dicessero chiaramente alla Procura e denunciassero subito chi li ha “pressati”. Chi li ha pressati a firmare? I sindaci? Qualche Multinazionale? Le famiglie che sono state prima messe sul lastrico da loro? Persone interessate ad avere le attività che oggi svolgono i sardi?

Bene a questo punto voglio essere ascoltato subito dalla Procura cosi da poter dare altri fattori di indagine al Procuratore tra cui anche le minacce da me ricevute qualche mese fa. Desidero essere chiamato in Procura ed andrò “correndo” per aiutare le indagini fornendo dettagli che forse non hanno ancora. E’ bene fare chiarezza anche per aiutare quei Dirigenti che si sentono in difficoltà”.

Sulle presunte minacce che la Federbalneari asserisce di aver subito vi è un altro procedimento in corso. Sarà ovviamente l’attività della Procura a dipanare la matassa esaminando ogni elemento sul tavolo degli investigatori.