venerdì, 15 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Turismo e consumo d'acqua: boom a San Teodoro

Turismo e consumo d'acqua: boom a San Teodoro
Turismo e consumo d'acqua: boom a San Teodoro
Olbia.it

Pubblicato il 10 agosto 2015 alle 16:58

condividi articolo:

San Teodoro, 10 Agosto 2015 - Boom di presenze turistiche a San Teodoro. La conferma arriva dai consumi d'acqua schizzati del 30% in più rispetto all'anno precedente. Ad affermarlo è Abbanoa, l'ente gestore unico delle acque in Sardegna, in un comunicato stampa ufficiale.

"Aumentano le presenze turistiche a San Teodoro e di conseguenza i consumi dell’acqua e gli scarichi nelle fognature che nelle ultime settimane hanno raggiunto picchi elevatissimi. La quantità e la qualità dell’acqua distribuita sono garantite anche se la sorgente di Fruncu ‘e Oche, che alimenta l’acquedotto costiero, segna il passo con portate ridotte rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso", si legge nella nota stampa ufficiale.

Turismo in crescita significa economia in positivo, ma non mancano le criticità. "La presenza massiccia nelle seconde case, concentrata in un periodo ridotto, mette in evidenza come ogni anno le criticità di alcune frazioni non servite e non servibili perché sorte, spesso senza autorizzazioni e successivamente sanate, non tenendo minimamente conto delle infrastrutture del servizio idrico integrato: abitazioni in collina a un’altitudine maggiore rispetto ai serbatoi, e quindi senza pressione, oppure vicino al mare ma allacciate a reti con diametri ridotti. Un mix deleterio tra picchi di presenze e deficit delle reti. Abbanoa e Comune hanno già definito un piano degli interventi strutturali che richiederà diversi anni per essere completato, ma nell’immediato si è reso necessario razionalizzare l’erogazione in diverse località e garantire un’equilibrata distribuzione della risorsa idrica - continua la nota stampa di Abbanoa -. Il piano messo in atto per far fronte all’aumento dei consumi, ricorrendo all’impiego straordinario di uomini e mezzi per tutte le operazioni di manovre in rete, consentirà l’approvvigionamento alternato delle zone".

Ecco il piano operativo approntato per garantire la fornitura:

- Cala d’Ambra – Badualga – Via M. Bianco – Via Aresula – Muntiggiu di La Pietra: erogazione a giorni alterni nei giorni pari (12,14,16,18,20,22,24,26,28,30 Agosto 2015)

- Silimini – Straulas - La Pattimedda – Budditogliu – Lu Lioni - La Suaredda – L’Alzoni: erogazione a giorni alterni nei giorni dispari (11,13,15,17,19,21,23,25,27,29 Agosto 2015)

Non mancherà una presenza massiccia sul territorio: "D’intesa col Comune, il servizio sarà integrato dalla presenza di grandi autocisterne che avranno una disponibilità di trentamila litri e offriranno un servizio di prossimità. Saranno presenti nelle zone con maggiori criticità con un doppio utilizzo: da un lato riforniranno le autobotti tradizionali e dall’altro consentiranno ai cittadini di rifornirsi direttamente grazie all’installazione di rastrelliere con rubinetti e tubi flessibili".

Anche Budoni, nella frazione di Maiorca, necessità dell'erogazione a giorni alterni:

- Maiorca Zona bassa: Erogazione a giorni alterni nei giorni pari: (12,14,16,18,20,22,24,26,28,30 agosto 2015)

- Maiorca Zona alta: erogazione a giorni alterni nei giorni dispari: (11,13,15,17,19,21,23,25,27,29 agosto 2015)

Cronaca

Cronaca