mercoledì, 27 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Sardegna: in crescita il mercato delle auto usate

Sardegna: in crescita il mercato delle auto usate
Sardegna: in crescita il mercato delle auto usate
Olbia.it

Pubblicato il 26 gennaio 2019 alle 11:18

condividi articolo:

Milano, 26 gennaio 2019– Cresce l’interesse deisardiper il mercato delle auto usate: dopo aver archiviato il 2017 con un incremento del +4%, nel 2018 le vendite di auto di “seconda mano” nella regione sono aumentate di un ulteriore+4%rispetto allo scorso anno.

Secondo l’elaborazione delCentro StudidiAutoScout24su base datiACI, in Sardegna nel 2018, rispetto al 2017, i passaggi di proprietà sono infatti aumentati del+4%, raggiungendo85.641atti.Un dato che posiziona la regione all’11° postoin Italia, ma se si confrontano i dati con la popolazione residente maggiorenne, con604,1 passaggi nettiogni 10mila abitanti passa al12° posto.

Sempre secondo i dati interni diAutoScout24, il diesel resta sempre la prima scelta:rappresenta infatti il63% delle richieste totali, a conferma di come le “limitazioni” alla circolazione per il momento non stiano condizionando gli utenti nella scelta di un’auto usata.

Per quanto riguarda le auto “green”, se da un lato si registra una più alta sensibilità verso i modelli ibridi ed elettrici, dall’altro le richieste rappresentano ancora una quota marginale.

Sul fronte dei modelli più richiesti vince in assoluto laVolkswagen Golf,ma se si prendono in considerazione solo levetture più ecologiche ibride ed elettriche al primo posto troviamo laToyota Auris.

Nel 2018 ilprezzo medio di venditasi attesta a circa10.890,un dato inferiore alla media nazionale pari (12.280). Per acquistare una vettura, tra le province “più care” troviamo ai primi postiOristanocon€ 13.590e laCittà Metropolitana di Cagliaricon un prezzo medio di€ 12.080. SeguonoSud Sardegnacon€ 10.630,Sassaricon€ 10.440e la più “economica”Nuorocon€ 8.710.

L'eta media delle vetture proposte in Sardegna è di 7,7 anni, un dato leggermente inferiore rispetto alla media nazionale (8,3 anni) ma che resta comunque un segno evidente che sono tanti i consumatori che pianificano la sostituzione della propria vettura per necessità più che per “sfizio” e voglia di cambiare.