mercoledì, 14 aprile 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Generale, Bianca, Salute

Olbia, vaccini over 80: quegli anziani contattati due volte

Qualche perplessità sulle procedure, ma si va avanti

Olbia, vaccini over 80: quegli anziani contattati due volte
Olbia, vaccini over 80: quegli anziani contattati due volte
Angela Galiberti

Pubblicato il 04 marzo 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Mentre i vaccini vanno ancora a rilento e la Sardegna rimane sempre in coda, qualcosa a Olbia si muove – non senza però qualche perplessità. Gli ultraottantenni stanno ricevendo le chiamate per la vaccinazione anti-Covid: un ottimo segnale per tutte le persone fragili che erano in attesa di un segnale concreto. Alcuni di questi anziani, però, in queste ore stanno ricevendo anche un sms: "Buongiorno X Y, accedendo al seguente link https://vaccinocovid.sardegnasalute.it potrà dare la sua adesione alla campagna di vaccinazione Anti-Covid-19. Se è già stato contattato o è già stato vaccino, ignori questo sms”.

Le perplessità sono due e la prima riguarda la modalità con la quale la Regione si interfaccia con i nostri anziani, i quali generalmente non sono esattamente avvezzi alla tecnologia (e non sempre hanno figli vicini). La maggior parte di loro ha un cellulare, ma non tutti usano un vero e proprio smartphone e molti meno utilizzano un computer. Immaginate dunque uno nostro arzillo 85 enne che, seppur indipendente (magari attivissimo sul fronte orto in campagna), si ritrova a dover accendere un computer e registrarsi nel portale con a portata di mano la tessera sanitaria con codice fiscale. Dal primo marzo, inoltre, tale adesione via portale web è riservata solo a chi ha ricevuto l'sms, quindi se avete più di 80 anni e non siete stati contattati in nessun modo non potete farvi avanti da soli.

La seconda perplessità riguarda le doppie chiamate: prima a un numero, poi a un altro. Prima a quello del figlio, poi a un altro recapito della famiglia e infine l'sms. Se è pur vero (ed è anche giusto) che bisogna far di tutto per raggiungere gli anziani, è altrettanto vero che se un anziano (già contattato positivamente) viene ricontattato via sms potrebbe significare che il database utilizzato per la “chiamata” non è il medesimo: insomma, è come se due uffici posti uno di fianco all'altro non parlassero tra di loro. Qualche problema organizzativo, in questa fase, è fisiologico: la speranza è che tutto riesca a incanalarsi sul giusto binario. La Sardegna, per le sue peculiarità, potrebbe essere un esempio positivo per tutta Italia e la zona bianca lo dimostra.