Da 1013 giorni 9 ore 12 minuti 2 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Cronaca Gallura

Olbia. Pittulongu è fortemente inquinata: parola di Goletta Verde

DoubleTree by Hilton hotel ristorante Olbia 1400

Olbia, 13 Luglio 2016 – Il mare della Sardegna viene promosso da Goletta Verde e da Legambiente, ma uno dei pochi punti inquinati è a Olbia: precisamente la spiaggia più bella e più amata, Pittulongu.

Il monitoraggio di Goletta Verde prende in considerazione il campionamento di punti critici che vengono principalmente scelti in base a un “maggior rischio” presunto di inquinamento. Per questo vengono prese in esame le foci dei fiumi, torrenti, gli scarichi e i piccoli canali che spesso troviamo sulle nostre spiagge: queste situazioni sono i veicoli principali di contaminazione batterica dovuta all’insufficiente depurazione dei reflui urbani o alla presenza di scarichi abusivi che attraverso i corsi d’acqua arrivano in mare – si legge in un documento ufficiale di Goletta Verde -. I punti che sono stati giudicati “fortemente inquinati” rientrano proprio in questa casistica. Si tratta della foce del rio Mannu a Porto Torres; della foce del fiume Sillis a Marina di Sorso/Platamona; della foce del canale in corrispondenza di via Garibaldi a San Giovanni di Alghero; della foce del rio Jana a Porto Alabe nel comune di Tresnuraghes; del campionamento effettuato in prossimità dello scarico su via Tramontana a Pittolongu, di Olbia, oggetto negli ultimi mesi di numerose segnalazioni da parte dei cittadini per episodi di sversamenti d reflui fognari. Giudicato “inquinato” invece il prelievo effettuato alla foce del fiume Fluminimanno in località Portixeddu a Fluminimaggiore“.

Studio Dentistico Satta 300

Soddisfatto del risultato dei campionamenti fatti da Goletta Verde è l’ente gestore unico delle acque, Abbanoa. “I risultati di Goletta Verde e Legambiente sulla qualità delle acque, presentati oggi a Cagliari, certificano l’impegno di Abbanoa nel preservare l’ambiente dei litorali sardi: sono 344 gli impianti di depurazione che, grazie al lavoro di quattrocento operatori, garantiscono ogni giorno la qualità delle acque scaricate in mare. In tutta l’Isola solo 6 punti sono risultati “critici”, nessuno di questi fa riferimento all’attività di Abbanoa“, si legge in una nota stampa ufficiale.

Su Pittulongu, Abbanoa è molto chiara: è tutta colpa degli scarichi abusivi. “Per quanto riguarda l’unica spiaggia risultata inquinata, Olbia-Pittulongu, il problema è purtroppo relativo agli scarichi abusivi, come più volte denunciato dal Comune stesso: la rete fognaria di Abbanoa scarica infatti direttamente nel depuratore del Cines e non a mare. Emblematico il caso di una nota struttura ricettiva non in regola: scaricava infatti in fogna senza avere le autorizzazioni. In questo come in altri casi si è ancora in attesa dell’intervento delle Autorità competenti – scrive Abbanoa -. Gli altri 5 punti critici riguardano foci di fiumi o canali interessati anch’essi da immissioni di acque nere (reflui) nelle acque bianche (Alghero- San Giovanni) e zone prive di reti fognarie e già interessate da appalti per realizzarle (Tresnuraghes e Sorso) o Comuni non gestiti (Fluminimaggiore). Per quanto riguarda il Rio Mannu, a Porto Torres, come noto le criticità sono dettate soprattutto dalla presenza di attività agricole di allevamento che contribuiscono al peggioramento qualitativo del corpo idrico“.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

In Alto