giovedì, 04 marzo 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia: il campione Fabrizio Pinna svela il progetto pet therapy

Olbia: il campione Fabrizio Pinna svela il progetto pet therapy
Olbia: il campione Fabrizio Pinna svela il progetto pet therapy
Laura Scarpellini

Pubblicato il 17 ottobre 2020 alle 18:55

condividi articolo:

Olbia, 18 ottobre 2020 - A Olbia, e non solo, Fabrizio Pinna è un grande esempio di forza e energia per tutti. Non ha mai ceduto alla sua rara malattia, grazie anche al grande supporto della mamma Francesca, e dell'affetto della sua città. Nei giorni scorsi sono state addirittura alcuni protagonisti della scena politica regionale, e non solo, che hanno voluto a tutti i costi incontrarlo. "Sono stato piacevolmente sorpreso nel sapere che Alessandra Locatelli, Michele Ennas e Dario Giagoni avevano piacere a conoscermi". Rispettivamente l'ex ministro per la famiglia e le disabilità nel governo Conte, il referente Lega e il consigliere regionale della Lega, hanno appreso di Fabrizio Pinna e delle sue grandi imprese sportive nel paragility. "Locatelli, Ennas e Giagoni hanno organizzato una visita in Sardegna per conoscere le varie realtà legate al mondo della disabilità, e a quel punto è stato inevitabile che mi venissero a trovare. - Sorride e ci scherza su Fabrizio Cavassa su quest'improvvisata istituzionale. Lui ormai a stare sotto i riflettori è ben abituato.- " La pandemia ci ha ridimensionati con gli appuntamenti sportivi e alla finale italiana di paragility dog non partecipiamo io e Kira. Ci concentreremo sui prossimi avvenimenti del prossimo anno". Con Valentina Langiu che Olbia segue sempre con il fiato sospeso quando è alle prese con la sua amata atletica leggera, Fabrizio Pinna ha un rapporto bellissimo in cui l'amicizia si radica nello sport e nell'appassionarsi sempre a nuovi progetti. E infatti Fabrizio ha un progetto ambizioso a cui sta pensando da qualche tempo, con il supporto del suo staff affiatato."Ho in mente un progetto di pet therapy. - ci racconta con grande entusiasmo Fabrizio Pinna - mi piacerebbe molto poter collaborare con i centri per diversamente abili. Sto pensando anche ad un coinvolgimento dei bambini delle scuole per introdurli alla pet therapy, e mostrare loro come approcciarsi con gli animali. Ovviamente tutto questo collaborando con il centro Zomi di Valentina Langiu e con l'aiuto di Sabrina Artale dell'associazione AIECS che ha formato Kira come cane d'assistenza". Insomma un anno questo che seppur caratterizzato dall'emergenza Covid, per Fabrizio è stato un momento per dare forma a nuovi progetti. "Intanto ci stiamo attivando per trovare un terreno adatto su cui impiantare anche una pensione per gatti e una zona abitativa. Anche su questo punto l'inaspettata visita istituzionale è stato un momento di confronto e di spunto per avere anche notizie ai vari aiuti offerti dalla Regione Sardegna, in ambito di aiuti economici". Fabrizio Pinna fa emozionare davvero sia quando è in gara con la sua Kira che quando con lo sguardo vivace ci mette al corrente delle sue idee future. Siamo certi che il prossimo nostro incontro sarà emozionante e pieno di novità. Ancora una volta Fabrizio Pinna scende in campo con la sua Kira: stavolta è per realizzare un grande segno, per la sua Sardegna.