giovedì, 05 agosto 2021

Informazione dal 1999

Politica

Cristina Dessole: «Un progetto alternativo a Nizzi e a Giovannelli»

Cristina Dessole: «Un progetto alternativo a Nizzi e a Giovannelli»
Cristina Dessole: «Un progetto alternativo a Nizzi e a Giovannelli»
Olbia.it

Pubblicato il 14 aprile 2011 alle 15:01

condividi articolo:

Una donna candidata alla carica di sindaco? Ad Olbia, mai successo. In questa tornata elettorale, però, qualcosa è cambiato. Sono infatti due le donne che ambiscono alla carica di primo cittadino. Dopo la candidatura di Lisa Corimbi per la lista indipendentista, arriva quella di Cristina Dessole, architetto, da sempre impegnata nell’area di sinistra e ambientalista. È espressione di Uniti e Liberi – Insieme per Olbia, una lista civica composta da società civile e sostenuta dai Comunisti Italiani e dai Rosso Mori. L’intento della lista è chiaro. «Non ci candidiamo come alternativa del centrosinistra - afferma la Dessole - la nostra è una lista con un chiaro progetto per la città in alternativa ai due ex sindaci». Una battaglia difficile se considerata la forza delle due coalizioni maggiori, ma che non ostacola la speranza in un cambiamento radicale dello stato di cose. «Olbia va dotata di regole certe per tutti, dal punto di vista urbanistico in particolare. Non è possibile che non ci sia ancora un Piano Urbanistico. Un’altra priorità, sotto gli occhi di tutti, è quella relativa alla situazione delle strade» continua la candidata. Tra le altre priorità, il lavoro, il turismo e la salvaguardia dei beni ambientali intesi come beni della collettività. Nonostante la presenza delle due grandi coalizioni “pigliatutto”, quindi, lo scenario delle candidature si compone anche secondo i programmi di chi, come la Dessole, si oppone alla dicotomia tra i due grandi favoriti, Nizzi e Giovannelli. Dario Budroni