venerdì, 22 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, quartiere di Pittulongu: circuito di Formula 1 fai-da-te

Olbia, quartiere di Pittulongu: circuito di Formula 1 fai-da-te
Olbia, quartiere di Pittulongu: circuito di Formula 1 fai-da-te
Angela Galiberti

Pubblicato il 04 aprile 2013 alle 14:30

condividi articolo:

Olbia - Sfrecciano su e giù come bolidi di Formula 1. Rettilineo, curve ad appoggio, curva a gomito, sali-scendi da prendere a tavoletta. Senza scordare i sorpassi. No, non siamo sulle paraboliche di Indianapolis e nemmeno sul circuito di Monza: siamo ad Olbia, precisamente nel tratto di strada tra il Pozzo sacro di Sa Testa e il quartiere di Pittulongu. Strada a due corsie, stretta, con punti ciechi, ma rigorosamente scambiata per un circuito di Formula 1. La segnalazione è arrivata da alcuni residenti esasperati dal continuo sfrecciare impunito di automobilisti senza senso del pericolo. Perchè quella strada non è un semplice raccordo tra città e riviera, ma vero e proprio luogo di passaggio e svago per tutti i residenti di Pittulongu amanti della vita all'aria aperta. Le auto sfrecciano a pochi centimetri da ciclisti, assidui camminatori e amanti della corsa. Il tutto passando di fronte a 7 (SETTE) cartelli stradali che indicano il limite di 50 km/h. Limite che viene clamorosamente doppiato per toccare i 100, 110, 120 km/h in una zona residenziale che dovrebbe poter godere di una strada urbana e non provinciale. Per evitare questo pericoloso modus operandi basterebbe una settimana di controlli assidui su quel tratto di strada. Certo, dotare quella strada di marciapiede e pista ciclabile sarebbe la soluzione migliore e più sicura. Ma ogni tanto bisognerebbe ricordare all'italiano medio che i limiti di velocità hanno un loro perchè e non rappresentano un'opera d'arte contemporanea posta ai lati della strada per il giubilio dei critici post-moderni.

Cronaca