martedì, 26 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, appalto pulizie: 190 euro al mese e nessuna risposta dalla politica

Olbia, appalto pulizie: 190 euro al mese e nessuna risposta dalla politica
Olbia, appalto pulizie: 190 euro al mese e nessuna risposta dalla politica
Angela Galiberti

Pubblicato il 01 ottobre 2013 alle 18:43

condividi articolo:

Olbia - Come si può vivere con 190 euro al mese? La domanda - per niente retorica - se la fanno le 19 lavoratrici che, da oggi 1 Ottobre, lavoreranno per quella cifra. Il loro compito è umile, ma onesto: a loro tocca il compito di pulire gli uffici comunali. Un lavoro che sino a ieri ha sfamato 19 famiglie e che da oggi renderà la vita di queste 19 famiglie un inferno. La discussione in consiglio. A portare la storia di queste 19 donne in consiglio comunale è stata l'opposizione. A parlare è stato Marco Piro (Pdl), che ha chiesto le motivazioni di questo taglio. Piro, rivolgendosi all'aula, ha dato la disponibilità ad appoggiare una modifica del bilancio in favore di queste lavoratrici. Ma la risposta dell'amministeazione olbiese, guidata dal centrosinistra, è stata lapidaria. "Abbiamo cambiato sede - ha detto il sindaco Gianni Giovannelli - e non abbiamo ancora messo a regime gli altri edifici comunali". Forse la superficie da pulire è diminuita, forse non ci sono soldi: fatto sta che, da oggi, queste 19 donne lavoreranno pochissime ore per 190 euro al mese. Un vero e proprio insulto alla dignità. La reazione delle lavoratrici. Parte delle 19 donne coinvolte in questa vicenda era in consiglio comunale per ascoltare la risposta dell'amministrazione. Durante il discorso del sindaco, le donne si sono alzate in piedi e hanno guardato con intensità e serietà Gianni Giovannelli. Una volta finito il discorso, le donne - incupite e giustamente arrabbiate - si sono alzate e se ne sono andate compostamente. Alcune di loro dovevano iniziare il turno: e lo hanno fatto senza venir meno al loro dovere. Una bella lezione di serietà e dignità.