giovedì, 07 luglio 2022

Informazione dal 1999

Sport, Tennis

Jannik Skinner: risultati, record e ambizioni del fenomeno del tennis italiano

Uno sportivo a tutto tondo

Jannik Skinner: risultati, record e ambizioni del fenomeno del tennis italiano
Jannik Skinner: risultati, record e ambizioni del fenomeno del tennis italiano
Olbia.it

Pubblicato il 20 maggio 2021 alle 16:27

condividi articolo:

Cagliari. Da qualche tempo a questa parte non si fa altro che parlare di lui. Jannik Sinner è la promessa del tennis italiano e, in generale, uno degli atleti più talentuosi della storia del nostro Paese. Già due anni fa l’altoatesino aveva stupito il mondo intero scalando in fretta e furia centinaia di posizioni della classifica ATP, riuscendo lì dove in tanti hanno fallito nel corso di un’intera carriera. Nel 2020 era già tra i migliori 50 nel globo. Sinner gioca da quando aveva appena 8 anni, ma solo dal 2015 è un professionista a tutti gli effetti. Il debutto nel vero tennis si registrò alle qualificazioni del Futures Croatia F16. Tra gli Juniores ha conquistato il Grade 4 sul cemento e sulla terra battuta, nel 2018 ha superato gli ottavi di finale del Trofeo Bonfiglio. Quello che poteva sembrare un inizio come tanti aveva già lasciato intravedere le grandi doti di questo ragazzo. Un paio di anni fa Sinner ha vinto al Challenger 80 di Bergamo, ottenendo diversi primati e guadagnando posizioni nella classifica ATP. Anche il Futures M25 Ata Battisti di Trento e quello di Santa Margherita di Pula si tradussero in dei successi. Prima ancora di compiere i 18 anni, il giovanissimo tennista si è pure aggiudicato una gara in un torneo Masters 1000. Memorabile anche la vittoria sull’erba contro Lukaš Lacko, su un terreno a lui poco congeniale. Nell’autunno del 2019 Sinner era tra i primi 100 tennisti al mondo, con la soddisfazione aggiuntiva di essere il più giovane italiano a raggiungere un traguardo del genere. Agli Open di Australia è uscito al secondo turno, agli Internazionali è stato eliminato al terzo, all’Open di Francia ha vinto agli ottavi contro Zverev, arrendendosi poi solo al grande Nadal. Anche solo osservando questa nuova infografica dedicata agli Internazionali di Tennis di Roma ci si può rendere conto del valore di Sinner. A ottobre del 2020, però, la semifinale dell’ATP 250 ha sorriso a Zverev. Il buon Jannik si è rifatto vincendo il torneo 250 di Sofia e continuando a macinare record nei mesi successivi. Nel 2021 Sinner ha conquistato il secondo titolo consecutivo in carriera al 250 di Melbourne. Al suo secondo Open di Australia, però, la sconfitta per mano di Shapovalov è arrivata molto presto. All’ATP 500 di Dubai è arrivato fino ai quarti di finale perdendo contro Karatsev, poi vincitore del torneo. Il ranking di Sinner, però, è migliorato ulteriormente passando dalla 32esima alla 31esima posizione nella classifica ATP. Proprio di recente Sinner è balzato agli onori della cronaca per la sua prima partecipazione al Miami Masters, in cui ha raggiunto la finale diventando il quarto Under 20 a riuscirci insieme ad Agassi, Nadal e Djokovic. L’incontro tra Jannik Sinner e Hubert Hurkacz ha attirato come non mai l’attenzione di tutti gli sportivi italiani nei confronti del tennista altoatesino. Nonostante i numerosissimi successi, in molti non avevano ancora sentito parlare di questo ragazzo. Proprio quando aveva gli occhi di un Paese intero addosso, però, il giovane è inciampato. Hurkacz ha finito col trionfare con un punteggio di 7-6(4) 6-4. Tuttavia, alla conclusione della manifestazione Sinner è arrivato addirittura al 23° posto nella classifica ATP. Il futuro è incontrovertibilmente suo.