martedì, 19 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

In Sardegna il secondo radiotelescopio più grande al mondo

In Sardegna il secondo radiotelescopio più grande al mondo
In Sardegna il secondo radiotelescopio più grande al mondo
Angela Galiberti

Pubblicato il 14 settembre 2013 alle 14:46

condividi articolo:

Cagliari - In mezzo alle tante notizie negative sull'economia che imperversano sulle pagine dei quotidiani, vi è anche qualche notizia di positiva. Una di queste riguarda il Sardinia Radio Telescope di San Basilio, in Provincia di Cagliari, che proprio il prossimo 30 Settembre verrà ufficialmente inaugurato alla presenza - tra gli altri - di Maria Chiara Carrozza, Ministro dell'Istruzione. Il radiotelescopio. L'impianto, il più grande d'Europa e il secondo più grande al mondo, ha uno specchio primario del diametri di ben 64 metri e copre una frequenza da 0,3 a 100 GHz. Finanziato da Miur/Regione Sardegna/Agenzia Spaziale Italiana, il radiotescopio può essere utilizzato per ricerche di radioastronomia, geodinamica e scienze spaziali. Il progetto. Sembra un vanto quasi "naif" avere sul territorio una tale apparecchiatura: grande, costosa, futuristica. Ma il Radiotelescopio di San Basilio rientra un ampio programma di sviluppo scientifico che può proiettare la Sardegna nel mondo scientifico internazionale. L'apperecchiatura è stata pensata sia per studiae le sorgenti radio dell'Universo, sia per essere stazione ricevente per le sonde interplanetarie. Tant'è che vi sono delle trattative in corso con l'ESA e la Nasa. Cosa vuol dire tutto questo? Semplice: è probabile che alcuni dei migliori scienziati italiani e stranieri arrivino in Sardegna per studiare il cielo. Ma è anche probabile che, intorno al telescopio, si sviluppi un comparto ad alto livello tecnologico e scientifico. L'Astronomia è una scienza affascinante e molto tecnica. Oggi, in Italia, i laureati in astronomia sono pochi e, per lo più, trovano lavoro all'estero perchè in Italia la ricerca non è sostenuta e sono pochi i progetti ad alto livello in materia (eccezion fatta per quelli dell'ASI - Agenzia Spaziale Italiana). Con questo progetto tutto sardo è possibile che le cose cambino in meglio, specialmente per i ricercatori sardi specializzati in fisica, matematica e astronomia.

Cronaca

Cronaca