Saturday, 20 April 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca

Il cinghialetto Maddy è salvo: la sua nuova vita al rifugio di Telti

L'animale era stato salvato a La Maddalena un anno fa

Il cinghialetto Maddy è salvo: la sua nuova vita al rifugio di Telti
Il cinghialetto Maddy è salvo: la sua nuova vita al rifugio di Telti
Camilla Pisani

Pubblicato il 19 February 2024 alle 16:32

condividi articolo:

Olbia. Una storia a lieto fine, quella del cinghialino Maddy: ormai un anno fa Maddy, un cinghialino di 9 mesi (si pensava erroneamente fosse una femmina), vagava zoppicante a La Maddalena dove alcuni volontari locali lo hanno  accudito ed  hanno prestato le prime cure possibili.

La zampa, molto probabilmente catturata in un laccio di bracconaggio, era in pessime condizioni, fratturata e con una brutta infezione in corso. Maddy aveva bisogno di cure urgenti e di un ricovero ed i volontari hanno chiesto aiuto a LAV.
"Abbiamo così richiesto alle istituzioni competenti che venisse prelevato, curato e  ci siamo resi disponibili per un successivo affido. I cinghiali sono bollati come specie dannosa e trattati alla stregua di calamità naturali. Nell' arcipelago di La Maddalena è in corso un programma di eradicazione totale dei cinghiali.
 In questo scenario salvare Maddy appariva un'impresa quasi impossibile, tra contrarietà e burocrazia. Con ostinazione ed il dialogo però siamo riusciti a  toccare le corde giuste. Il dott. Muzzeddu del centro regionale recupero fauna selvatica é intervenuto e con non poche difficoltà, poiché Maddy non entrava nella gabbia trappola predisposta, é stato prelevato e trasferito presso il Cras di Bonassai.  Qui le cure sono state lunghe per venire a capo delle pessime condizioni della zampa. Ora é guarito ma la funzionalità dell' arto è compromessa" racconta Alessia, fondatrice del rifugio di Miki Pig.

Dopo un iter burocratico lungo e farraginoso, la luce: "dopo quasi un anno é finalmente giunto il nulla osta all' adozione da parte dell'Assessorato all' Ambiente. Maddy andrà al Rifugio di Miki Pig, santuario per animali liberi di fiducia per Lav. Qui potrà condurre la sua nuova vita al sicuro con dignità e rispettato senza discriminazione specista. I santuari per animali salvati da abusi ed allevamenti sono avamposti di empatia e solidarietà, laboratori di formazione di una nuova coscienza per una nuova possibile umanità. La nuova casa di Maddy dovrà essere costruita ed allestita exnovo secondo le prescrizioni di legge per la detenzione dei selvatici.
Un ringraziamento all'assessorato ed al Dott. Muzzeddu" conclude la fondatrice.