sabato, 16 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Assemblea Meridiana, si lotta per salvare tutti i dipendenti

Assemblea Meridiana, si lotta per salvare tutti i dipendenti
Assemblea Meridiana, si lotta per salvare tutti i dipendenti
Angela Galiberti

Pubblicato il 02 ottobre 2014 alle 19:41

condividi articolo:

Olbia, 02 Ottobre 2014 - E' stata molto partecipata e sentita l'assemblea dei dipendenti del gruppo Meridiana organizzata da tutte le sigle sindacali che si è svolta questo pomeriggio nella sala conferenze del Museo Archeologico di Olbia. Durante questa riunione, sono stati fissati dei punti molto importanti per tutti i lavoratori in esubero. Punti riuniti in un documento votato all'unanimità. "Non dobbiamo avere paura - ha detto una dipendente, esortando i suoi colleghi -. Il massimo che possono fare è licenziarci! Dobbiamo essere tanti a queste manifestazioni!". In molti hanno esortato i colleghi a non abbassare la guardia, a partecipare alle iniziative, a non lasciarsi andare. Un appello sentito e accorato che ha colpito nel segno: questa mattina, all'ideale funerale della compagnia, hanno partecipato solo una sessantina di lavoratori su 500 esuberi olbiesi. Un brutto segnale che non si è ripetuto durante l'assemblea pomeridiana. Ma che cosa hanno deciso i lavoratori? Cose quasi "scontate", ma che in un momento come questo diventano quasi rivoluzionarie. I lavoratori riuniti in assemblea ad Olbia vogliono rimanere tutti nel perimetro aziendale: nessuno deve essere escluso, nessuno deve essere necessario. I dipendenti vogliono lavorare e la cassaintegrazione deve essere utilizzata in modo diverso, per aiutare l'azienda a riprendersi e non per scaricare sulle casse pubbliche il costo dei dipendenti. La cassaintegrazione dovrà essere a rotazione, in modo da permettere a tutti di riprendere a lavorare. Basta, inoltre, alla divisione tra Meridiana ed Air Italy: le due compagnie devono fondersi realmente, ma soprattutto anche i dipendenti di Air Italy devono fare gli stessi sacrifici dei dipendenti Meridiana facendo, anche loro, turni di cassaintegrazione. Queste, dunque, le richieste dei dipendenti all'azienda. Nelle prossime settimane si capirà se le speranze dei lavoratori potranno diventare un fatto concreto. Intanto, la mobilitazione continua. Sabato si svolgerà un corteo nelle vie dello shopping olbiese.

Cronaca

Cronaca