mercoledì, 27 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

A Olbia l’Assemblea Regionale di Confartigianato Trasporti

A Olbia l’Assemblea Regionale di Confartigianato Trasporti
A Olbia l’Assemblea Regionale di Confartigianato Trasporti
Olbia.it

Pubblicato il 23 maggio 2012 alle 12:19

condividi articolo:

Faccia a faccia tra autotrasportatori, vertici Nazionali diConfartigianato Trasporti ed esperti che risponderanno ai più importanti argomenti della categoria mentre incombe la scadenza del 4 giugno che mette a rischio 3200 imprese. La scadenza del 4 giugno e il regolamento europeo per l’accesso alla professione, le normative europee, la vertenza nazionale trasporti, la situazione del comparto in Sardegna, le sanzioni sui costi minimi e la continuità territoriale merci. Questi sono alcuni degli argomenti che verranno affrontati sabato 26 Maggio a Olbia, durante l’Assemblea Regionale organizzata da Confartigianato Trasporti Sardegna. Presso la sala convegni del Museo Archeologico-Molo Brin del capoluogo gallurese, con inizio alle ore 10.00, il Presidente e il Segretario Nazionali di Confartigianato Trasporti, Francesco Del Boca e Gian Luigi Bassi, insieme al Presidente e al Segretario di Confartigianato Imprese Sardegna, Luca Murgianu e Filippo Spanu, e al VicePresidente Nazionale di Confartigianato Trasporti, Giovanni Antonio Mellino, saranno a disposizione degli autotrasportatori sardi che vorranno confrontarsi sulle problematiche di un settore particolarmente toccato dalla crisi. All’Assemblea è stato invitato l’Assessore Regionale dei Trasporti Christian Solinas. L’importante iniziativa servirà soprattutto a informare le circa 3.200imprese di autotrasporto merci della Sardegna, con i loro 6.400 addetti, che dal 4 giugno rischiano di essere cancellate dagli albi provinciali degli autotrasportatori se non dimostreranno, documentandola, la propria onorabilità, idoneità finanziaria e professionale. Infatti, si farà luce sul Regolamento Europeo che interessa tutti gli autotrasportatori, sardi e italiani, che esercitano l’attività con veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate, e che sono obbligati ad adeguarsi alle normative comunitarie. Infatti, il 4 dicembre 2011 è entrato in vigore del regolamento C.E.n.1071/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009, che stabilisce nuove regole per l’esercizio della professione di autotrasportatore di merci per conto terzi. In particolare le aziende che esercitano l’attività con veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, devono dimostrare i seguenti requisiti e richiedere l’iscrizione al Registro Elettronico Nazionale (REN): Rilevante sarà anche il faccia a faccia sul decreto del Governo che, dopo anni di vertenze, normerà i termini di pagamento e le sanzioni legate alla non applicazione dei costi minimi, fattori che apriranno nuovi scenari sui mercati nazionali e regionali; sulla decisione di rinunciare al fermo di qualche mese fa e che avrebbe messo in ginocchio la Sardegna e l’intera Nazione; sulla situazione dei trasporti e della continuità territoriale merci nella nostra Isola.