lunedì, 18 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Pubblica utilità: parte la campagna vaccinale contro l'influenza

Pubblica utilità: parte la campagna vaccinale contro l'influenza
Pubblica utilità: parte la campagna vaccinale contro l'influenza
Olbia.it

Pubblicato il 02 novembre 2013 alle 19:41

condividi articolo:

Olbia Entra nel vivo la campagna antinfluenzale nel territorio della Asl di Olbia: negli scorsi giorni gli operatori del Servizio di Igiene pubblica della Asl di Olbia, e dalla prossima settimana anche i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera, saranno a disposizione della popolazione per la somministrazione, gratuita per alcune fasce della popolazione, del vaccino contro l’influenza. Il vaccino verrà somministrato gratuitamente ad alcune categorie più a rischio, come gli anziani e i bambini con patologie, ma anche a cittadini che svolgono particolari lavori, come gli operatori sanitari e le forze dell’ordine. Chi volesse comunque vaccinarsi contro l’influenza stagionale può recarsi negli ambulatori di Servizio Vaccinale della Asl, sparsi su tutto il territorio provinciale, oppure può recarsi dai Medici di Medicina Generale o dai Pediatri di Libera scelta che hanno aderito alla campagna antinfluenzale. La Asl di Olbia, guidata dal direttore generale Giovanni Antonio Fadda, dal direttore amministrativo Gianfranco Casu e dal direttore sanitario Maria Serena Fenu, si pone come obiettivi la riduzione del rischio individuale di contrazione della malattia al fine di ridurre il tasso di ospedalizzazione e morte dovute alle epidemie stagionali e quindi ridurre i costi sociali connessi all’influenza; inoltre, attraverso la vaccinazione, punta a ridurre l’assenteismo dal lavoro ed i rischi connessi all’attività lavorativa in quei servizi essenziali, come gli operatori sanitari, e le categorie di cittadini che giornalmente hanno un maggior contatto col pubblico, al fine di ridurre le possibilità di diffusione del virus. “I vaccini antinfluenzali sono sicuri come quelli degli altri anni”, assicurano dal Servizio di Igiene Pubblica, i cui medici invitano la popolazione a rispondere alla campagna di vaccinazione della Asl di Olbia. “Il picco maggiore lo attendiamo nel periodo che va da metà gennaio al mese di marzo”. INFLUENZA STAGIONALE. Sulla base delle raccomandazioni Ministeriali il vaccino viene offerto gratuitamente alle seguente categorie definite a rischio: 1. Soggetti di età pari o superiore a 65 anni; 2. Bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti affetti da: - malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio; - malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite; - diabete mellito e altre malattie metaboliche; - malattie renali; - tumori; -malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV; - malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale; - patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici; - epatopatie croniche; 3. Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye; 4. Donne che si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; 5. Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti; 6. Medici e personale sanitario di assistenza il cui rischio di contrarre l’influenza è elevato essendo a continuo contatto con soggetti ammalati; questo al fine di evitare l’assenteismo dal lavoro per influenza proprio nel periodo in cui vi è maggiore richiesta di assistenza da parte della popolazione; ma anche nel tentativo di evitare che gli stessi medici diventino trasmettitori di infezioni da virus influenzali; 7. Familiari e contatti stretti di soggetti ad alto rischio; 8. Soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori, come le forze di sicurezza e i vigili del fuoco; 9. Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani (come ad esempio allevatori, addetti al trasporto di animali, macellatori e vaccinatori). COME VACCINARSI Per poter effettuare il vaccino è sufficiente presentarsi presso gli ambulatori di Servizio Vaccinale della Asl sparsi su tutto il territorio, oppure recarsi dal proprio Medico di Medicina Generale o dal Pediatra di Libera scelta, muniti di codice fiscale: per ulteriori informazioni è anche possibile contattare il Servizio Vaccinazioni della Asl di Olbia ai numeri 0789/552197 – 552198 per il distretto di Olbia, 079/678345 per il distretto di Tempio Pausania. Alle persone immobilizzate a casa, o comunque impossibilitate al lasciare il proprio domicilio, si consiglia di contattare il proprio Medico curante, oppure inviare una mail all’indirizzo [email protected] oppure [email protected] GLI OBIETTIVI DELLA CAMPAGNA Gli obiettivi della campagna vaccinale contro l’influenza sono: - riduzione del rischio individuale di malattia, ospedalizzazione e morte dovute alle epidemie stagionali; - riduzione dei costi sociali connessi a morbosità e mortalità. - riduzione dell’assenteismo nei servizi essenziali per la collettività: attraverso la protezione di determinate categorie professionali, la vaccinazione garantisce il mantenimento dei servizi del Paese che costituiscono punti strategici di funzionamento (servizi sanitari, pubblica sicurezza, etc); - riduzione dei rischi connessi con l’attività lavorativa: tale obiettivo riguarda la riduzione dell’impatto della malattia nei soggetti che per attività lavorativa sono a maggiore contatto con il pubblico.

Cronaca

Cronaca