Da 633 giorni 13 ore 38 minuti 11 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale
Eventi Olbia

Olbia, Expò: basta alla tratta di esseri umani

Nomasvello Olbia 1085

Olbia, 11 ottobre 2019 – Il prossimo 12 ottobre alle ore 16.00 presso la Sala Expò di Via Porto Romano ad Olbia, un’interessante incontro ci porterà a conoscenza di una’attualissima piaga umaniatria.

Spesati article pellet

L’Associazione di volontariato Acos  si fa promotrice di un  evento di sensibilizzazione dal titolo: “Migranti o soggetti vulnerabili? Aspetti legali, operativi e sanitari nell’accoglienza di donne e minori vittime di tratta”.

Faranno da  relatrici all’incontro  le socie dell’associazione: Sabrina Mura, avvocata, Giustina Casu, esperto linguistico, Pina Zara medico ginecologo presso  Azienda Ospedaliera Universitaria Sassari. Sarà presente inoltre 
Francesca Ena  pediatra del  distretto sanitario di Olbia, funzione medicina migranti e l’associazione Labint Olbia.

Ogni intervento andrà a toccare un aspetto, esperienze o spaccati di vita che interessano questo fenomeno ormai largamente diffuso in tutte le prati della Terra. Nessuno può ritenersi estraneo a quanto sta succedendo a migliaia di miglia di distanza. La conoscenza è la migliore attività da compere contro ogni forma di pregiudizi e di razzismo.

L’incontro  è patrocinato dall’Assessorato ai  Servizi sociali del Comune di Olbia, con la presenza dell’Assessore Simonetta Lai.
Verranno inoltre illustrati i complessi  aspetti legislativi che riguardano le donne e minori vittime di tratta, dal punto di vista nazionale e internazionale, con particolare attenzione per il concetto di “vulnerabilità”.

Verranno resi noti i dati  sull’effettiva  presenza delle donne costrette a prostituirsi a Sassari, andando a descrivere i tipi di interventi possibili nell’ambito dell’accoglienza, dell’informazione sui diritti e la consulenza legale. Ampio spazio verrà dedicato inoltre  alle attività di prevenzione mirate alla tutela della salute.

L’evento fa parte di una serie di attività svolte attualmente dall’associazione Acos con il supporto dell’Unità di progetto l’Ufficio di Coordinamento regionale per l’accoglienza migranti della Regione Sardegna.

Acos nasce nel 2008  a Sassari  e va svolgendo la sua attività nel volontariato,  informazione, sostegno e orientamento finalizzate alla lotta al traffico e tratta di esseri umani, in particolare riguardante donne, minori e transgender, coinvolte nella prostituzione di strada.

Le volontarie dell’Associazione si propongono  con  attività di contatto e
informazione dirette alle prostitute straniere, mediante l’attività dell’Unità di Strada che opera nella zona urbana di Sassari. 

L’evento, che è gratuito e senza iscrizione, è aperto alla cittadinanza, enti del privato sociale, studenti e soggetti istituzionali.

Gli organizzatori rivolgono sentiti ringraziamenti all’Unità di Progetto l’Ufficio di Coordinamento regionale per l’accoglienza migranti della Regione Autonoma della Sardegna che ha contribuito alla realizzazione dell’evento e all’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Olbia che ha concesso il gratuito patrocinio per l’utilizzo della sala.

Più informazione per essere di supporto nella vera emergenza umanitaria che va colpendo i più indifesi.

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Morostesa
In Alto