mercoledì, 12 maggio 2021

Informazione dal 1999

Politica, Cronaca, Bianca

Covid Olbia, studenti delusi e amareggiati: la scuola, per ora, non chiude

La protesta è arrivata fino al palazzo Comunale

Covid Olbia, studenti delusi e amareggiati: la scuola, per ora, non chiude
Covid Olbia, studenti delusi e amareggiati: la scuola, per ora, non chiude
Angela Galiberti

Pubblicato il 28 aprile 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Traspare delusione dalle parole dei rappresentanti degli studenti che in questi giorni hanno lottato, con tutte le loro armi democratiche a disposizione, per sensibilizzare l'opinione pubblica e la politica sulla situazione scuole a Olbia. Una situazione che vede da una parte il ritorno alle lezioni in presenza anche in zona rossa, dall'altra un folto numero di contagi (il dato aggiornato è 568 contagi individuati) e nel mezzo la paura dei ragazzi di diventare - senza colpa - veicolo di contagio. 

Sono giovani provati dalla pandemia quelli che affrontano questo tema con caparbietà e serietà: si informano nul numero dei positivi, si consultano tra loro, parlano con le famiglie e chiedono consiglio ai professori, ma non sempre gli adulti sono pronti ad ascoltare: "Ci hanno accusato di non voler fare le verifiche scritte, e non ne abbiamo saltata una - spiega una rappresentante d'istituto di un liceo olbiese -, oppure ci dicono che a casa lavaoriamo meno. Alcuni professori, invece, ci hanno minacciato. Non è vero che non vogliamo studiare, siamo solo preoccupati e temiamo che andare a scuola con tutti questi contagi possa essere un rischio, per questo ci siamo appellati al sindaco".

Due giorni fa, il sindaco Settimo Nizzi ha effettivamente incontrato una delegazione degli studenti per ascoltare le loro ragioni. Il primo cittadino ha accolto i ragazzi e le ragazze che rappresentavano, in quel momento, tutte le scuole di Olbia e ha spiegato il punto di vista dell'amministrazione: una volta conosciuto il numero dei positivi (il sindaco ha a disposizione una piattaforma apposita da consultare che viene aggiornata regolarmente), prenderà la sua decisione.

Ieri, il sindaco Nizzi ha aggiornato i dati: 563 positivi, contro i 606 del 22 aprile scorso. Secondo Nizzi, il plateau sarebbe stato raggiunto e ci troveremmo nella fase discendente di questa mini ondata di Coronavirus tutta olbiese. Ieri non è stata emanata alcuna ordinanza: vedremo cosa succederà oggi.