Da 868 giorni 3 ore 28 minuti 58 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale offerte
Cronaca Gallura

Strage a Buddusò, continuano le indagini.

Brili immobiliare 1400

Buddusò, un agguato premeditato nelle campagne fuori dal paese, un commando armato ha fatto irruzione all’ alba nell’ ovile della famiglia Bacciu ,in zona Bidorosu, nelle campagne di Buddusò.

Studio Dentistico Satta 300

Una strage premeditata che ha portato alla morte di Antonio Bacciu ,28 anni, e allo zio Giovanni Battista, di 69, colpiti ripetutamente dalla pioggia di proiettili che si è abbattuta sul loro veicolo, un pick up grigio, sul quale viaggiavano insieme ad Angelo,23 anni, e Gian Marco, entrambi fratelli della prima vittima. Sono circa le 6 di mattina quando i quattro uomini, a bordo del loro fuoristrada, si dirigono verso il loro ovile, come ogni giorno percorrono la strada che, dal paese, li conduce allo stazzo nelle vicinanze della diga, aprono il cancello e costeggiano la loro casa, sono quasi arrivati alle stalle quando il fuoristrada viene colpito da una raffica di proiettili che sembra interminabile; sono almeno 3 i killer che ,secondo la descrizione dei sopravvissuti, puntano le bocche di fuoco verso di loro, il conducente Antonio muore subito dopo insieme allo zio, che sta seduto sul sedile posteriore, gli altri due, riescono a salvarsi.

Gian Marco il più giovane dei quattro viene colpito ad una spalla e sanguinante si finge morto, “una sensazione orribile” descriverà in seguito agli inquirenti, l’ angoscia ed il terrore infatti, spingono il ragazzo a poggiarsi immobile sul corpo dello zio ormai esanime; Angelo ferito e sanguinante riesce ad uscire dal veicolo, inizia così la sua fuga disperata lontano dai malviventi che esplodono numerosi colpi alle sue spalle, fortunatamente non viene colpito, consentendo così di dare l’allarme alle forze dell’ordine,che iniziano da subito le ricerche degli assassini. Una scena agghiacciante che agli occhi degli inquirenti risulta una

delle più gravi avvenute negli ultimi anni,si ricerca il movente, un torto, un furto di bestiame, ancora molto lavoro deve essere fatto per chiarire questi delitti così efferati.

Francesco Puggioni

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

iRiparo Olbia dieffe 1400 domenico castaldo
In Alto