Da 910 giorni 16 ore 29 minuti 1 secondo questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Cronaca Sardegna

Sardegna, Carnevale: tradizioni, storia e riti antichi

DoubleTree by Hilton hotel ristorante Olbia 1400

Carnevale in Sardegna: Eccoci giunti all’appuntamento con il periodo più spensierato dell’anno. L’appuntamento del prossimo week end co i tradizionali Fuochi di Sant’Antonio, segnerà ufficialmente l’inizio del Carnevale in Sardegna.

Potremo assistere  nelle varie località della nostra Isola la prima uscita delle maschere tradizionali che ballano e cantano riscaldandosi intorno ai fuochi che arderanno tutta la notte.

Spesati article offerte

La tradizione vuole che tutto il paese compia tre giri in senso orario e tre in senso antiorario intorno al fuoco per sciogliere un voto o per chiedere una grazia.

Il Carnevale in Sardegna  è l’unica festa  non collegata alla liturgia cattolicae da sempre assolve a  evidenti funzioni sociali, che attraverso la finzione teatrale (maschere, travestimenti, satira, pantomima grottesca) ribalta e prende di mira ruoli, gerarchie  e normalità quotidiana.

Si andrà avanti con il divertimento fino al conclude il mercoledì delle Ceneri, in cui tutto tornerà alla normale routine.

Gli allegri festeggiamenti sono accompagnati spesso  dalla distribuzione di fave con lardo, zeppole e abbondante vino. Insomma , immancabile come sempre il tradizionale convivio.

Le date del Carnevale 2020 in Sardegna si concentrano soprattutto tra il giovedì e il martedì grasso. (20 febbraio – 25 febbraio 2020)

I festeggiamenti  rimandano spesso ai  riti arcaici di fine d’anno, quest’ultimo rappresentato da un re/regina (Re Giorgio di Tempio Pausania) o da un fantoccio di pezza che viene processato, condannato al rogo e pianto con un ridicolo lamento funebre (Gioldzi a Bosa e nel nord Sardegna, Maimone in Ogliastra, Cancioffali a Cagliari, ed altri ancora).

Il  Carnevale dei centri barbaricini di Mamoiada hanno invece la caratteristica di essere popolati da  maschere mute d’antica origine (Mamuthones e Issohadores), Ottana (Boes e Merdules) e Orotelli (Sos thurpos), mentre, soprattutto nell’Oristanese, le esibizioni equestri costituiscono il fulcro della festa (Sartiglia di Oristano, Sa carrela ‘e nanti di Santulussurgiu).

Ogni parte della nostra terra è caratterizzata da eventi, tradizioni e usanze del tutto uniche e affascinati. Vivere sarà come compiere un viaggio nel tempo, tra storia e quel fascino tutto da scoprire.

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

iRiparo Olbia dieffe 1400 domenico castaldo
In Alto