Da 1019 giorni 19 ore 44 minuti 50 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale offerte
Cronaca Gallura

Olbia promossa a colpi di salti: ecco Nicola Serra e il parkour

DoubleTree by Hilton hotel ristorante Olbia 1400

Olbia, 15 novembre 2020 –  Sul web ormai  è possibile trovare di tutto, anche le spericolate evoluzioni sportive che  impavidi ragazzi  eseguono tra gli arredi urbani, facendoci  stare con il fiato sospeso. E’ questo il caso del seguitissimo Nicola Serra originario di Uta, da sempre appassionato di parkour e freerunning. Con i suoi video oltre alle sue evoluzioni mozzafiato, ci permette di conoscere ogni volta un comune sardo. Un vero e proprio atto d’amore verso la sua Sardegna che attraverso i suoi video viene fatta conoscere al mondo. Ultimamente sta spopolando con dei video girati in Gallura, tra cui spicca la Città di Olbia insieme a Budoni, Buddusò e San Teodoro.

Il parkour è uno sport estremo  che ha fatto la sua comparsa in Francia  a metà degli anni  ‘80. Consiste nell’abilità di completare  un percorso  superando qualsiasi genere di ostacolo nel miglior modo possibile. Gli atleti di parkour, chiamati tracciatori, si muovono  in un ambiente articolato, adattandosi più possibile al  contesto urbano che li circonda. Il tutto  senza apparecchiature di assistenza e più velocemente possibile. Ci si cimenta nell’arrampicata, corsa, rotolamento, volteggio, salto,  e tutti quei movimenti ritenuti più adatti alla performance. Dal  2017 anche  il CONI ha riconosciuto  il parkour come disciplina ufficiale, aggiungendolo all’elenco di quelle  sportive.

Spesati article offerte 300

“Da circa sette anni mi sono appassionato alle discipline del Parkour e del Freerunning, con la passione del viaggio, tant’è che ho deciso di fondere le due cose e realizzare video della mia disciplina mentre viaggio e promuovo i miei territori – così ci racconta Nicola Serra al nostro incontro -.. Mi sono avvicinato a queste due discipline scoprendole su YouTube sui canali di persone che sono diventate famose praticando questi sport. Ho sempre amato le discipline acrobatiche, così mi sono messo d’impegno per imparare da autodidatta”.

Vedendolo volteggiare con leggerezza e apparente semplicità, viene il desiderio di imitarlo, e infatti anche lui stesso suggerisce: “Consiglio di provare con cautela, magari iniziare da posti morbidi, come materassi, erbetta o sabbia, e di non fare ciò di cui non si è sicuri, ma provare gradualmente”.

Ormai il suo canale Youtube è seguitissimo, e i suoi video sono davvero spettacolari: “Come stile di montaggio video mi ispiro molto al  gruppo “Storror”, che gira video di queste discipline in diverse località suggestive nel mondo. Non sono mai caduto gravemente, ci tengo a precisare che tutte le evoluzioni che eseguo nei video sono frutto di anni di allenamento e perfezionamento, in più questa disciplina insegna proprio a saper cadere senza farsi male, e a potenziare il proprio equilibrio, ho sempre fatto tutto gradualmente e in sicurezza”.

Nicola Serra ha già scelto circa 300 comuni sardi per compiere le sue spericolate evoluzioni parkour e freerunning: “Sono appassionato di viaggi e adoro esplorare, e così ho deciso di promuovere il territorio sardo  in maniera originale e innovativa. Non il solito documentario, ma  in questo modo  faccio conoscere a tutti quelli che mi seguono, la mia terra. Ho iniziato dalla Sardegna  per spronare il turismo interno, e per conoscere meglio io stesso la mia Isola – prosegue con entusiasmo a raccontarci Nicola Serra -. In futuro  intendo viaggiare per il mondo. Al momento  sono gli stessi comuni sardi  a contattarmi o le proloco, e talvolta sono io a propormi  con questa iniziativa promozionale”.

Anche Nicola Serra come tutti noi sta vivendo la criticità dell’emergenza Covid, ma con il suo spirito positivo è riuscito a coglierne comunque un aspetto positivo: “Questo momento di allerta sanitaria mette i bastoni tra le ruote per gli spostamenti, però allo stesso tempo è un occasione per non frequentare i luoghi affollati e andando così  alla scoperta del nostro bel  territorio, distanti da ogni rischio”.

“Ho promosso ad oggi con il mio sport ben 307 comuni su 377 di Sardegna, e altre grandi città, tra cui Roma, Venezia e Milano – conclude l’atleta -. Ora  il mio sogno nel cassetto è riuscire a girare tutto il mondo, con attrezzature d’avanguardia  per realizzare video sempre più coinvolgenti, alla scoperta del territorio”. Non ci resta che sbirciare ancora in rete in attesa dei prossimi filmati di Nicola Serra che ci terranno con il fiato sospeso tra le sue acrobazie, e le magnifiche location.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

In Alto