domenica, 17 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Salute, Generale

Iperidrosi: come rimediare ad una sudorazione eccessiva?

Iperidrosi: come rimediare ad una sudorazione eccessiva?
Iperidrosi: come rimediare ad una sudorazione eccessiva?
Dr. G. Massimiliano Siddi

Pubblicato il 22 luglio 2020 alle 11:58

condividi articolo:

Nuova rubrica su Olbia.it dedicata alla dermatologia e all'estetica: ecco i consigli del dottor Massimiliano Siddi. Oggi parliamo di Iperidrosi.

L’iperidrosi, o eccessiva sudorazione, può essere primaria, cioè senza una causa evidente, inizia in età giovanile e si manifesta più frequentemente nella zona palmare e in quella ascellare. Questo tipo di disturbo spesso presenta caratteristiche di familiarità e può essere di grado così importante da risultare invalidante, determinando difficoltà e disagio nei rapporti sociali o lavorativi.

Pensiamo a chi svolge lavori manuali con le mani costantemente umide, o a chi si trova in difficoltà a salutare con la mano bagnata, o addirittura chi evita di praticare attività sportiva per il timore di sudare ancora di più. Nel tempo, queste situazioni imbarazzanti, possono diventare causa di stress e avere un impatto negativo sulla qualità della vita. L’iperidrosi può essere anche secondaria, cioè dovuta a malattie sottostanti (obesità, menopausa, diabete, ipertiroidismo).

I trattamenti medici per l’iperidrosi sono diversi, a seconda del grado della malattia del paziente: la terapia con antitraspiranti, ionoforesi o la terapia con tossina botulinica.

Quest’ultimo trattamento è uno dei più importanti e risolutivi nel tempo, ed è indicato per l’iperidrosi ascellare. Il suo meccanismo di azione prevede il blocco delle terminazioni nervose che attivano le ghiandole sudoripare. Il trattamento è piuttosto semplice, e prevede l’iniezione della tossina botulinica direttamente nel cavo ascellare, effettuando 10-15 piccole punture distribuite omogeneamente nell’area da trattare.

Questo trattamento però non ha effetti permanenti, e la sua durata è di circa 4/6 mesi. Per ottenere dei risultati stabili, il trattamento va ripetuto due o tre volte all’anno, in base alle necessità del paziente. Ogni caso è unico e richiede un’opportuna e accurata valutazione clinica.

Contatti:

Dott. G. Massimiliano Siddi

STUDIO MEDICO DERMATOLOGICO

CENTRO LASER E MEDICINA ESTETICA

Tel. 338-7082844

Tel. 393-0055072

Tel. 340-9850798

Salute

Salute