sabato, 16 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Arzachena, successo per la Mostra del Libro

Arzachena, successo per la Mostra del Libro
Arzachena, successo per la Mostra del Libro
Angela Galiberti

Pubblicato il 31 maggio 2014 alle 09:00

condividi articolo:

Arzachena, 31 Marzo 2014 - Che i ragazzi italiani leggano poco rispetto ad altri paesi europei e'cosa ormai nota. La scuola ha un ruolo decisivo. È a scuola che si impara leggere, e' a scuola che si costruisce una relazione con il libro e la lettura. Gli insegnanti dell'istituto Comprensivo n.2 di Arzachena ci aprono le porte della quinta edizione della festa del libro. Con il 2014 si arricchisce la rete festivaliera inaugurata nel 2009. La mostra del libro si inserisce nel maggio dei libri che quest'anno si svolge sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio della Commissione nazionale italiana per l'Unesco; l'obiettivo è quello di sottolineare il valore sociale della lettura come elemento di crescita personale culturale e civile, portare i libri fra la gente, farli conoscere e favorire la buona abitudine alla lettura. In considerazione delle finalità di valore etico e sociale il mondo della scuola svolge un ruolo chiave. Dovrebbe essere un regalo di inestimabile valore che si fa gli alunni stimolandone il piacere all'ascolto e dilatandone i tempi di attenzione. Impareremo dai bambini ad avere fiducia nella moltiplicazione delle fonti dell'esperienza ed immergerci nella realtà che ci circonda. Proporre un percorso di lettura e creazione di libri a scuola e' perciò funzionale alla società del domani, una lettura che genera "lettori appassionanti" promuovendo un percorso funzionale come libertà di pensiero, di scelta, di comprensione delle mutevoli facce del mondo che ci circonda. Il bambino nel ruolo di apprendista lettore e mediatore di libri, si pone al centro di una dimensione di libertà, di sviluppo personale e anche di puro intrattenimento, favorendo un accostamento intellettuale e insieme affettivo, addirittura "magico" alla pagina scritta. Si è reso necessario promuovere un accostamento metodologico e didattico attraverso interventi strutturati e attività laboratoriali di animazione a carattere ludico e fantastico miranti a stabilire un rapporto positivo con l'oggetto libro e a coglierne la "seduzione". Le diverse "creazioni" metteranno in luce punti di vista molteplici con altrettanti chiavi di lettura e interpretazioni. L'iniziativa ha impegnato fin dall'inizio dell'anno scolastico tutti gli alunni e tutti docenti dell'istituto comprensivo di Arzachena 2 ,che comprende la scuola primaria di Arzachena e Abbiadori, la scuola secondaria di primo grado di Abbiadori e la scuola dell'infanzia di Porto Cervo sotto la guida dell'attivissima Dirigente Scolastica, la dott.ssa Filomena Cinus . La scuola dell'infanzia ha allestito all' interno della struttura l'esposizione di libri artigianali realizzati dai bambini con tecniche grafico pittoriche varie. I favolosi libri sono coloratissimi; in essi si leggono immagini, racconti e filastrocche rielaborate, che rievocano il progetto a carattere scientifico di quest'anno scolastico, basato sui quattro elementi: " aria, acqua terra e fuoco". Si tratta di libri che nascono per rispondere alle necessità educative dei bambini e rappresentano una notevole fonte di sviluppo per tutti i piccoli a livello cognitivo, linguistico e immaginativo. Ogni rappresentazione grafica ha i suoi colori e attiva curiosità precoci di ordine estetico e tecnico -espressivo. I vari toni di colore e i vari elementi riportarti arricchiscono ed evidenziano le particolarità di ciò che si rappresenta. La scuola primaria ha invece prodotto testi sul laboratorio scientifico, progetti e fiabe; i bambini hanno riprodotto storie con l'uso di materiali vari e con attività diversificate per ogni classe .La scuola secondaria ha invece completato i vari progetti tra cui spicca quello in lingua sarda "Lu principeddu". Importante citare anche il progetto "scacchi" che culmina in un torneo. Rilevanti anche le attività' teatrali e la presentazione di libri che hanno coinvolto tutti con entusiasmo, partecipazione ed emozione, soprattutto interesse e desiderio di conoscenza.La festa del libro e' stata visitata da tante famiglie e ha riscosso un gran successo di pubblico e si è' rivelata gratificante e importante ai fini dello svilupparsi delle competenze narrative e creative facendo dei piccoli e degli adulti degli appassionati lettori e narratori e hanno arricchito le capacità' simboliche che il bambino va progressivamente costruendo. A voi lettori non resta che valorizzare il tutto e mettervi comodamente a leggere! Maestra Antonella Sedda

Cronaca

Cronaca