Tuesday, 21 May 2024

Informazione dal 1999

Bianca, Cronaca

Sardegna conferma l'impegno nella donazione degli organi: tra le regioni più generose d'Italia

I dati

Sardegna conferma l'impegno nella donazione degli organi: tra le regioni più generose d'Italia
Sardegna conferma l'impegno nella donazione degli organi: tra le regioni più generose d'Italia
Giada Muresu

Pubblicato il 11 April 2024 alle 08:00

condividi articolo:

Olbia. Anche quest'anno la Sardegna si distingue per la sua generosità nella donazione degli organi, confermandosi tra le regioni più attive e sensibili del Paese. È quanto emerge dalla quinta edizione dell'Indice del Dono, il rapporto redatto dal Centro Nazionale Trapianti che analizza le dichiarazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti registrate nel 2023 al momento del rinnovo delle carte d'identità.

Secondo i dati dell'Indice del Dono, la Sardegna si colloca al terzo posto nazionale con un indice del dono pari a 67,38 su 100. Questo valore tiene conto di diversi indicatori, tra cui la percentuale di consensi alla donazione (76,5%) e quella di astensione (39,3%). Nonostante le sfide legate all'astensione, la regione mantiene una posizione di prestigio nel panorama nazionale, superando la media nazionale sia per i consensi (68,5%) che per l'astensione (41,8%).

Le città sarde, in particolare, hanno ottenuto ottimi risultati nella classifica nazionale. Tra le grandi città (con più di 100mila abitanti), Sassari si è posizionata al terzo posto con un indice del dono di 69,11 su 100, seguita da Cagliari al quinto posto con un indice di 68,76. Ancora più significativi sono i risultati ottenuti dai comuni medio-grandi e medio-piccoli. Nuoro si è distinta al secondo posto nazionale tra i comuni medio-grandi (tra 30 e 100mila abitanti) con un indice del dono di 75,59, mentre Alghero si è classificata al decimo posto con 69,80. Anche Dorgali, Cardedu e Atzara hanno ottenuto riconoscimenti importanti nelle rispettive categorie di comuni.

Analizzando le fasce d'età, i sardi tra i 31 e i 40 anni emergono come i più generosi, con una percentuale di consensi alla donazione pari all'84,7%, posizionandosi al primo posto nazionale in questa fascia. Anche tra i 41-50enni (81,5%) e i 18-30enni (78,7%) si registra un alto livello di consenso. Vi è ancora spazio per miglioramenti, specialmente tra gli over 80, dove il consenso risulta più basso (51,2%). La sensibilizzazione e la promozione della cultura della donazione rimangono dunque obiettivi prioritari per garantire un sostegno costante alla pratica della donazione di organi e tessuti in Sardegna. La pubblicazione dell'Indice del Dono giunge in vista della Giornata Nazionale della Donazione degli Organi, che si terrà domenica 14 aprile, e rappresenta un momento importante per celebrare i successi ottenuti e rinnovare l'impegno nel promuovere la cultura della donazione in tutta Italia.