mercoledì, 27 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia: gli studenti olbiesi raccontano la Società Moderna

Olbia: gli studenti olbiesi raccontano la Società Moderna
Olbia: gli studenti olbiesi raccontano la Società Moderna
Paolo Ardovino

Pubblicato il 15 febbraio 2016 alle 11:03

condividi articolo:

Olbia, 13 febbraio 2016 - Molti giovani olbiesi, ognuno a suo modo, cercano di farsi ascoltare dal mondo esterno, e gli studenti del Liceo Artistico Fabrizio De Andrè di Olbia sono sempre in prima linea quando si tratta di farlo attraverso eventi.Società Modernaèi l titolo della mostra organizzata dal liceo presso il Museo Archeologico, inaugurata la settimana scorsa e che si concluderà il 20 febbraio. L'esposizione è aperta al pubblico tutti i giorni tranne la domenica, e segue l'orario del museo stesso: dunque dalle 10 alle 13 la mattina e dalle 17 alle 20 il pomeriggio.

"L'Artistico ha sempre organizzato mostre e continuerà a farlo - ha spiegato Sara Thadi (19 anni), rappresentante d'istituto -.Perchè? A tutti noi piace l'arte e questo è un modo per dar sfogo a ciò che impariamo a scuola". Ad accompagnare i visitatori nel loro tour, vi sono alcuni pannelli che aiutano ad immergersi a pieno nel concetto che i circa 30 alunni hanno volutoraccontarecon i loro lavori."Il soggetto scelto riguarda il significato di "società" al giorno d'oggi: cosa è e cosa invece dovrebbe essere [...] Quest'esposizione permette a noi giovani di esprimere la nostra opinione sul mondo che viviamo tutti i giorni, di tradurlo visivamente con le tecniche che preferiamo e, soprattutto, di condividerlo con voi":questo il pensiero esposto da ragazzi e ragazze del Liceo Artistico, mentre altri pannelli rievocano alcune frasi dello stesso Fabrizio De Andrè, lo scrittore George Orwell e il filosofo Zygmunt Bauman. Sono inoltre presenti alcuni lavori di Davide Serra (16), ragazzo autistico che ha messo in esposizione anche il suo libro "Davide è uguale e diverso",il quale vinseil primo premio nella sezione artistica del Premio De Roberto "Uguali e diversi". "Lo scopo della mostra è quello di raccogliere fondi per la Giornata dell'Arte che, come ogni anno, organizzeremo a giugno" ha conclusopoi la stessa Sara Thadi. La serata d'inaugurazione ha catturato l'attenzione d'un pubblico prevalentemente giovane, dell'Artistico stesso ma anche di altri istituti e alcuni studenti hanno accompagnato musicalmente i visitatori.Il nudo di una ragazza dalla folta chioma blu con tatuaggi e piercing sparsi sul corpo o un volto coperto da tre mani con stralci di giornale al posto delle maniche: sono solo due dei tanti messaggi che, celati nelle loro opere, gli studenti del liceo cercheranno di trasmettere.