Saturday, 20 April 2024

Informazione dal 1999

Arte e Spettacolo, Bianca, Cronaca, Cultura

Olbia, ecco Maria La Licata, un’artista autodidatta dal talento innato

La passione per l’arte dalla pittura su lego da recupero alla musica

Olbia, ecco Maria La Licata, un’artista autodidatta dal talento innato
Olbia, ecco Maria La Licata, un’artista autodidatta dal talento innato
Ilaria Del Giudice

Pubblicato il 31 March 2024 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Nata ad Alghero, ma trasferitasi da piccola ad Agrigento date le origini familiari siciliane, Maria La Licata entra in contatto con l’arte barocca fin dalla tenera età, rimanendone affascinata, pur non capendone appieno la maestosità. E questo semino artistico pian piano germoglia in lei, inizialmente timidamente con il disegno, per poi dare i suoi frutti quando, nel 2015, inizia a dipingere. La passione emerge in maniera più seria grazie ad un corso di pittura con l’UNITRE di Olbia, che le permette di iniziare a sperimentare.

Maria inizia così la sua attività di artista, che la conduce, alternando periodi di produzione artistica molto prolifici ad altri meno impegnati, ad approfondire la passione per l’arte, fino ad aprire la pagina Instagram Bonaventura1881 (vedi qui), grazie alla quale riesce ad aumentare la visibilità dei sui lavori e ad avere grande apprezzamento e richiesta per le sue opere. Inizialmente dipinge su tela, ma poi si appassiona alla pittura su legno di recupero e comincia a produrre pezzi unici ed originali, con un tema ricorrente: il mare. “Per me il mare costituisce una fonte di ispirazione immancabile nella vita e cerco sempre di inserirlo nei miei lavori, in tutte le sue diverse forme – riferisce l’artista e prosegue nel suo racconto - Collaboro con una persona che mi prepara il materiale. Recuperiamo legni antichi, li restauriamo e poi io li dipingo. Abbiamo iniziato per scherzo in maniera amatoriale e utilizzando le ante di porte e finestre in disuso, ora sempre più difficili da reperire. Facciamo sempre pezzi unici: una volta fatto un tipo di quadro, non lo ripropongo mai identico perché vogliamo che ogni pezzo mantenga un’originalità unica. La pittura che preferisco è quella ad olio, perché questa tecnica permette di correggere con maggior facilitò e di lasciare un’impronta”.

Maria La Licata è un’artista libera, che non si forza mai nella produzione dei suoi lavori quando non sente l’ispirazione, ma la aspetta e, nel frattempo, impiega quel tempo di stallo per coltivare altre passioni e incanalare la sua energia creatrice in nuove diverse direzioni. Maria è infatti un’amante dell’arte in tutte le sue forme, non per ultima la musica e, ultimamente, ha deciso di intraprendere questa strada già solcata da ragazza, mettendo su una band per portare live la musica in giro per locali. Il gruppo “Free Times”, dal repertorio vasto e versatile che va dalla musica leggera al blues e al jazz, debutterà a breve proprio con l’incantevole voce di Maria che farà da voce solista della band.

Ma in fondo che cosa rappresenta l’arte per una donna come Maria? A questa domanda l’artista ci ha risposto con queste parole: “L’arte per me è qualcosa che arricchisce interiormente la vita e le conferisce bellezza; un qualcosa di indispensabile, un’ispirazione per ricercare e condurre una vita migliore. Sono fermamente convinta che se la gente guardasse un po’ più il mondo con occhio artistico, avrebbe la mente più aperta e il mondo sarebbe un posto migliore. Credo che l’arte costituisca un linguaggio universale capace di accomunare tutti e di toccare le corde del cuore”.