lunedì, 25 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Tutto l'amore per la lingua sarda con il concorso di poesia on line

Tutto l'amore per la lingua sarda con il concorso di poesia on line
Tutto l'amore per la lingua sarda con il concorso di poesia on line
Laura Scarpellini

Pubblicato il 07 novembre 2020 alle 17:52

condividi articolo:

Ossi, 9 novembre 2020 - Come era prevedibile sta destando grande interesse in tutta la Sardegna la nuova iniziativa culturale che ha come protagonista la poesia, in lingua sarda. "Il gruppo sociale storico Solu in Sardu, con la collaborazione dell'Associazione culturale Alas in Bolu, sono costanti nel promuovere e valorizzare la lingua sarda e le sue tradizioni Questa volta si è voluto organizzare un concorso di poesia online, riservato esclusivamente alla recita in lingua sarda". Questo è quanto ci comunica con grande entusiasmo Mario Demontis, presidente dell'associazione culturale Alas in Bolu. Il fermento culturale in terra sarda non si è arreso nemmeno alla tensione crescente a causa dell'emergenza Covid, tanto da dare il via ad un concorso poetico solo on line. "Verranno accettate tutte le sue varianti poetiche, - prosegue Mario Demontis. - Il tema è libero e i versi possono essere in rima o sciolti. La scadenza per partecipare è stata fissata per il prossimo 10 di novembre". Tutti coloro che sentono di possedere un'inclinazione poetica con la particolare propensione all'espressione in dialetto sardo, potranno inviare un loro video con la registrazione vocale e visiva, mentre recitano la propria poesia. Il materiale digitale dovrà essere inviato al seguente l'indirizzo mail: [email protected] "I video verranno pubblicati sulle pagine social di entrambe le associazioni, e lasciati in evidenza due giorni per essere ascoltati e votati. Ci si potrà esprimere con le preferenze con un voto che va da 5 a 10 .Vincerà la poesia più votata - conclude così il nostro breve incontro il presidente di Alas in Bolu Mario Demontis -. Cosa potrei aggiungere se non il desiderio e la volontà di non fermare mai la nostra cultura anche se virtuale, soprattutto in questi giorni di distanziamento sociale forzato". Auguriamo agli aspiranti poeti sardi di riuscire ad esprimere sempre il proprio amore per la Sardegna e per la sua lingua, anche in questa bella iniziativa. Passione e divertimento, ora più che mai a distanza in tutta sicurezza.