martedì, 07 dicembre 2021

Informazione dal 1999

Politica, Economia, News

Solinas vara la nuova continuità: Olbia esclusa dalle tratte Torino Bologna

Le novità nella delibera approvata dalla giunta regionale

Solinas vara la nuova continuità: Olbia esclusa dalle tratte Torino  Bologna
Solinas vara la nuova continuità: Olbia esclusa dalle tratte Torino  Bologna
Olbia.it

Pubblicato il 20 ottobre 2021 alle 10:13

condividi articolo:

Olbia. Con un comunicato stampa, la Regione Sardegna rende note le ultime decisioni in merito alla continuità territoriale: la Giunta Solinas ha da poco approvato i nuovi indirizzi della continuità, ma la delibera (come tutte le altre approvate nell'ultima seduta) non è ancora consultabile. Secondo quanto riportato nella nota stampa, il nuovo regime dovrebbe scattare al termine dell'attuale affidamento straordinario iniziato dal 16 ottobre e che vede protagonista la compagnia aerea spagnola Volota. Torna la continuità "minore" tra Bologna e Torino, ma l'aeroporto di Olbia non sembra coinvolto a giudicare da quanto si legge nella nota ufficiale.

"Riconquistiamo alcuni dei diritti fondamentali dei Sardi - afferma nella nota il presidente Christian Solinas - garantendo i volumi di traffico in continuità agli aeroporti sardi, i prezzi fissi per i residenti, la tariffa unica per i non residenti che viaggiano per lavoro. Dopo molti anni viene reintrodotta, per le destinazioni di Torino e Bologna, da e verso alcuni aeroporti sardi, la cosiddetta Continuità territoriale minore. Il nuovo progetto, anche in considerazione dell’incertezza dell’evolversi della Pandemia da Covid-19, avrà un orizzonte temporale di due anni, nel corso del quale proseguirà un attento monitoraggio della domanda e dell’offerta commerciale, prestando particolare attenzione al meccanismo di formazione dei prezzi dei biglietti aerei".

"In particolare, infatti, tra le rotte da assoggettare ad OSP il nuovo schema include, oltre ai collegamenti dai tre aeroporti sardi di Cagliari, Alghero e Olbia verso le rotte storiche di Roma Fiumicino, Milano Linate, anche il collegamento con Alghero/ Bologna, Cagliari/ Bologna nonché il collegamento Cagliari –Torino", si legge nel comunicato della Regione. Se queste informazioni sono corrette e complete, l'Aeroporto Costa Smeralda di Olbia verrebbe tagliato fuori dalla continuità minore. A questo punto bisogna domandarsi - nel caso l'aeroporto olbiese fosse realmente tagliato fuori - se verrà previsto un collegamento diretto tra Olbia e Alghero oppurtanamente calibrato sugli orari di arrivo e partenza degli aerei.

Per quanto riguarda le tariffe, non ci sono grandi novità: "La tariffa massima per i passeggeri residenti applicabile ai collegamenti con Roma Fiumicino è pari a euro 39,00; la tariffa massima per i passeggeri residenti applicabile ai collegamenti con Milano Linate e Bologna è pari a euro 47,00; la tariffa massima per i passeggeri residenti applicabile ai collegamenti con Torino è pari a euro 60".

E ancora: "Sono equiparati ai residenti in Sardegna i disabili, gli studenti universitari fino al compimento del 27° anno, i giovani dai 2 ai 21 anni e gli anziani al di sopra dei 70 anni. I bambini al di sotto dei 2 anni viaggiano gratuitamente se non occupano il posto a sedere".

"Tra le novità introdotte le tariffe sopraindicate sono, inoltre, abbattute del 30% per bambini dai 2 ai 12 anni non compiuti. Viene introdotta almeno parzialmente la tariffa unica - afferma nella nota l'assessore Trasporti Giorgio Todde -: sono passeggeri equiparati ai residenti, per la sola stagione IATA Winter, anche i non residenti che viaggiano sulle rotte onerate per motivi di lavoro, mentre la tariffa è libera per i non residenti che viaggiano per diverse motivazioni. Nella stagione IATA Summer la tariffa è libera per tutti i passeggeri non residenti in Sardegna".

E ancora: "Tenuto conto delle risultanze delle analisi condotte con lo studio di mercato e dai successivi approfondimenti svolti dagli advisor, le frequenze e le capacità richieste per ciascuna rotta risultano idonee a soddisfare la domanda futura stimata. I voli si concentrano principalmente nelle fasce della mattina (indicativamente 7:00 – 9:00) e quella serale (indicativamente 18:30 – 22:30) al fine di consentire ai passeggeri residenti, e non residenti, un viaggio di andata e di ritorno in giornata evitando costi aggiuntivi legati all’altrimenti obbligata permanenza oltre la giornata".

"I nuovi oneri di servizio pubblico da/ per la Sardegna, pertanto, tenuto conto delle tempistiche ordinate dal Regolamento CE n.1008/2008, decorreranno dal 15 maggio 2022. L’offerta dei nuovi oneri di servizio pubblico, in termini di posti offerti, evidenzia una sostanziale tenuta rispetto ai precedenti oneri, in vigore fino al 14 ottobre 2019, con alcune flessioni sulla Cagliari /FCO, per il solo 2022, compensate sostanzialmente con la previsione delle destinazioni aggiuntive", conclude la nota stampa.