martedì, 07 dicembre 2021

Informazione dal 1999

Economia, News

Software per fare fattura elettronica: il futuro del nostro Paese

Una guida

Software per fare fattura elettronica: il futuro del nostro Paese
Software per fare fattura elettronica: il futuro del nostro Paese
Olbia.it

Pubblicato il 25 novembre 2021 alle 10:00

condividi articolo:

Cagliari. Il mondo della fatturazione è già digitale. Con la Legge di Bilancio 2018 in Italia è stato introdotto il passaggio dalla fattura cartacea a quella digitale e tale obbligo riguarda sia l’ambito B2C che quello B2B, ovvero verso altro soggetto IVA. Fare fattura elettronica è semplicissimo grazie ai software pensati per gestire la propria contabilità in modo sicuro, rapido e digitalizzato. Dal momento che la fattura elettronica ha comportato numerosissimi vantaggi per le persone è chiaro che il prossimo passo per il futuro sarà quello di estenderla a tutti i soggetti fiscali fino ad ora esonerati per legge. Nessun timore! Per procedere basta collegarsi al sito per fare fattura elettronica accedendo ai servizi offerti da software dall’interfaccia intuitiva e di semplice utilizzo, e iniziare a gestire la propria contabilità in modo semplificato.

Quali saranno le prossime novità?

La novità più popolare riguarda il cosiddetto Esterometro, ovvero la comunicazione dei dati transfrontalieri di cessione di beni e servizi effettuati e ricevuti verso e da soggetti non stabiliti in territorio italiano. Questo potrebbe essere arrivato al termine dal momento che, a partire da gennaio 2022, le informazioni di tali transazioni dovranno essere trasmesse in via telematica tramite Sistema di Interscambio e formato XML.

Questa novità è prevista all’articolo 1 della Legge di Bilancio 2021 e prevede che le operazioni attive verso soggetti non stabiliti in Italia e quelle passive ricevute da prestatori esteri debbano essere trasmesse telematicamente come già avviene con la fattura elettronica entro i confini nazionali.

Il rispetto di tale norma, in avvio da gennaio 2022, serve ad allineare meglio le tempistiche di trasmissione dei dati verso e dall’estero. Questa novità consente all’Agenzia di elaborare più velocemente i dati e controllare con maggior efficacia le transazioni da e verso l’estero.

Anche i forfettari dovranno usare software per fare fattura elettronica?

Anche per questi soggetti è in arrivo qualche novità. Per tali ragioni raccomandiamo a chi opera in regime agevolato o forfettario di iniziare a dare uno sguardo al funzionamento dei software per fare fattura elettronica. Difatti con la nuova Riforma Fiscale il Governo vuole ampliare il perimetro di soggetti rientranti nell’utilizzo della fattura elettronica con l’obiettivo di fronteggiare con maggior decisione l’evasione fiscale, digitalizzando tutto il Paese.

Non c’è ancora una data certa

Ad oggi non è certo che tale passaggio avverrà a gennaio. L’unica certezza è che rimarranno esenti pochissime categorie di autonomi a fatturato piuttosto basso e che questa manovra dovrebbe consentire nel breve periodo di migliorare la proporzionalità della fiscalità, aggiungendo scaglioni di reddito imponibile.

Tuttavia, anche se i forfettari e gli agevolati non sono ancora obbligati all’uso della fattura elettronica l’Agenzia delle Entrate ricorda che è loro facoltà accedere a questo strumento come da Decreto del 30 aprile 2018. Pertanto, per oltre 857 mila contribuenti (secondo i dati Fisco risalenti al 2019) è giunto il momento di digitalizzare la propria attività e accedere ai benefici della fattura elettronica come è già avvenuto in tanti altri aspetti delle nostre vite.