lunedì, 12 aprile 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Giudiziaria

Settimo Nizzi ha 10 giorni di tempo per lasciare la villa dove abita: ordine di sgombero

Provvedimento consegnato ieri

Settimo Nizzi ha 10 giorni di tempo per lasciare la villa dove abita: ordine di sgombero
Settimo Nizzi ha 10 giorni di tempo per lasciare la villa dove abita: ordine di sgombero
Olbia.it

Pubblicato il 14 marzo 2021 alle 10:27

condividi articolo:

Olbia. Il tam-tam è durato per tutta la giornata di ieri e alla fine è arrivata la conferma: il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, ha ricevuto un ordine di sgombero da attuare entro 10 giorni. Il primo cittadino olbiese deve lasciare la casa in cui vive con la famiglia, ovvero la villa di Golfo Aranci al centro di in un'inchiesta giudiziaria per presunti abusi edilizi.

L'immobile è sotto sequestro ormai da diverso tempo poiché, secondo l'accusa della Procura di Tempio, sarebbe stato costruito a licenza edilizia scaduta. La vicenda si trascina ormai da un anno e qualche mese: gli ultimi atti hanno visto protagonista la Cassazione che ha annullato i provvedimenti del Tribuale del Riesame di Sassari (che aveva accolto parzialmente le tesi della difesa, dissequestrando tutto l'immobile tranne i locali interrati) e ha rispedito nella città turritana tutto l'incartamento. Successivamente a questi fatti, il Tribunale del Riesame - seguendo le indicazioni della Cassazione - aveva rimesso sotto sequestro l'intero immobile. Ottenuto il sequestro, la Procura aveva nominato un altro custode della villa: un funzionario del Comune di Golfo Aranci. A questo punto, la difesa del sindaco Nizzi - coordinata dagli avvocati Leonardo Salvemini e Sergio Deiana - aveva annunciato un altro ricorso in Cassazione sulla base di ulteriori elementi quali un altro permesso a costruire che, secondo i due avvocati, non sarebbe stato preso in considerazione.

Ieri, come un fulmine a ciel sereno, l'ordine di sgombero della villa da attuare entro 10 giorni. Come riporta la Nuova, la difesa aveva avviato la verifica della conformità urbanistica dell'immobile, atto che comporta la sospensione del procedimento penale. Ora i due avvocati chiederanno la sospensione del provvedimento di sgombero.