domenica, 20 giugno 2021

Informazione dal 1999

Politica, Generale, Turismo

Sardegna in zona gialla: nuove ordinanze del Governatore Solinas

Nuove ordinanze per arginare la diffusione del virus Sars CoV2

Sardegna in zona gialla: nuove ordinanze del Governatore Solinas
Sardegna in zona gialla: nuove ordinanze del Governatore Solinas
Olbia.it

Pubblicato il 14 maggio 2021 alle 22:41

condividi articolo:

Cagliari. Da lunedì 17 maggio l'Isola torna ufficialmente in zona gialla e il Governatore della Sardegna, Christian Solinas, oggi ha firmato due nuove ordinanze, la 16 e la 17 che prorogano le disposizioni per chi intende entrare in Sardegna. Per quanto riguarda l'Ordinanza del Presidente n.5 del 5 marzo 2021 le disposizioni sono state prorogate con l'Ordinanza n. 16 del 14 maggio 2021:

Fino al 28 maggio 2021, coloro che intendono imbarcarsi su linee aeree o marittime dirette in Sardegna, sono tenuti a registrarsi prima dell'imbarco tramite il modulo on-line reperibile sul sito dell Regione Sardegna, e presentare copia della ricevuta di registrazione unitamente alla carta d’imbarco e a un documento d’identità in corso di validità.
La registrazione può avvenire anche tramite la App scaricabile dagli store per i sistemi iOS e Android.

Sarà necessario inoltre rispettare una delle condizioni previste all'articolo 4 dell'Ordinanz :
- dichiarare di aver effettuato il vaccino
- dichiarare di aver effettuato il tampone (molecolare o antigienico) con esito negativo non oltre le 48 ore prima della partenza;

Per quanto riguarda l'ordinanza n.17 viene quindi prorogata l'Ordinanza n.9 del 17 marzo 2021. Si ricorda quindi che l’ingresso in Sardegna per recarsi presso le seconde case è consentito solo in presenza di comprovate esigenze lavorative osituazioni di necessità e/o di indifferebilità documentata, ovvero per motivi di salute e comunque secondo le prescrizioni dell'Ordinanza regionale n. 5 del 2021.


I vettori e gli armatori prima dell'imbarco dei passeggeri devono acquisire  e verificare, oltre alla ricevuta dell’avvenuta registrazione dei passeggeri, la documentazione attestante il possesso dei requisiti per gli spostamenti dalle Regioni di provenienza;  vieetando quindi l'imbarco in caso di documentazione incompleta o in mancanza dei requisiti dei passegggeri. 

Si ricorda che è possibile inoltre:
- effettuare il tampone rapido antigenico all'arrivo, presso le aree dedicate nei porti e aeroporti, o tampone molecolare entro le 48 ore dall'arrivo, presso una struttura autorizzata (pubblica o privata accreditata).
In caso di tampone antigenico all’arrivo occorre sottoporsi nuovamente a tampone rapido antigenico, presso una struttura di propria fiducia, al quinto giorno successico a quello di sottoposizione al primo; 

- sottoporsi all'obbligo di isolamento fiduciario per almeno 10 giorni, con onere di darne comunicazione al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta ovvero, per i non residenti, all'Azienda sanitaria territorialmente competete tramite il numero verde 800311377.